Cronaca

Manifesti di morte all’assessore Lombardi, dieci giorni fa una lettera di minacce

Giorni fa all’assessore al Bilancio era stata indirizzata una lettera di minacce, ieri sono stati affissi manifesti funebri sotto la sua abitazione e quella del consigliere comunale Mainiero

Agghiacciante scoperta ieri per l'assessore comunale al Bilancio di Foggia, Sergio Lombardi, ed il consigliere comunale di Fdi-An Giuseppe Mainiero. Due manifesti funebri a loro dedicati sono stati trovati accanto ai portoni delle rispettive abitazioni.

Il fatto è avvenuto in serata. Immediato l'allarme. Questa mattina l'assessore ha avuto un lungo colloquio con la Digos che già attenzionava Lombardi da una decina di giorni. Le minacce di ieri, infatti, fanno il paio con una lettera di minacce inviata una decina di giorni fa all'Ufficio di Gabinetto e destinata proprio all'assessore, contenente il disegno di una bara.

Due vicende per Lombardi collegate. "Non riesco ad immaginare cosa possa esserci dietro questi atti intimidatori - dichiara Lombardi a Foggiatoday - al momento sono solo molto confuso". Della vicenda si sta occupando anche l'associazione Antiracket Vivere Liberi di Mimmo Foglietta. "Questa città si conferma sempre più pericolosa - denuncia il presidente - bisogna che le istituzioni facciano qualcosa". Solidarietà anche dal Comune di Foggia e dai partiti politici di riferimento dei due esponenti dell'amministrazione, Forza Italia e Fratelli d'Italia.

Oggi intanto si discute in aula il bilancio e quindi le risorse finanziarie da destinare a vari comparti della città. Le indagini sono in corso, gli inquirenti stanno battendo tutte le piste, nessuna esclusa. L’attenzione si sta concentrando principalmente sugli atti amministrativi del Comune, se è vero che – come sostenuto anche da Landella -  “probabilmente non sono opera di un mitomane o di un buontempone”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Manifesti di morte all’assessore Lombardi, dieci giorni fa una lettera di minacce

FoggiaToday è in caricamento