"Hai una relazione con la mia ex moglie", e lo uccide a coltellate. Alla polizia confessa: "Sono stato io"

L’omicidio sarebbe avvenuto al termine di un litigio scaturito da risentimenti e gelosie di natura sentimentali. Gli agenti hanno arrestato il 51enne Biagio Cipparano, che si è presentato spontaneamente negli uffici del Commissariato

Interrogatorio in corso

Si è concluso da poco l’interrogatorio dell’uomo accusato dell’omicidio di Vincenzo Paglione, commercialista 53enne, ucciso questa mattina, nel suo studio professionale, al quinto piano, di una palazzina sul lungomare Nazario Sauro, a Manfredonia.

Si tratta di Biagio Cipparano, 51enne incensurato del posto, autotrasportatore, che si è presentato negli uffici del commissariato sipontino ammettendo le sue responsabilità in relazione al fatto di sangue. L’omicidio, secondo quanto ricostruito dagli agenti diretti dal primo dirigente Pierfrancesco Muriana, sarebbe avvenuto al termine di un litigio scaturito da risentimenti e gelosie di natura sentimentali.

Video | Le immagini sul luogo dell'omicidio

Cipparano - secondo la versione fornita agli inquirenti - intorno alle 9 del mattino, avrebbe raggiunto Paglione nel suo studio professionale accusandolo di intrattenere una relazione sentimentale con la propria ex moglie. A quel punto la discussione sarebbe degenerata: il 51enne avrebbe estratto un coltello da cucina, con il quale avrebbe colpito più volte al torace la vittima.

Paglione avrebbe avuto appena il tempo di fuggire verso il pianerottolo, dove ha chiesto aiuto a vicini e condomini che hanno allertato i soccorsi. Nulla da fare, però, per il commercialista: è morto durante il trasporto verso l’ospedale ‘Casa Sollievo della Sofferenza’ di San Giovanni Rotondo. Nel frattempo, il 51enne si è presentato in commissariato. Le indagini sono coordinate dal pm Giuseppina Gravina che chiederà la convalida del fermo al gip. Da valutare la sussistenza dell’aggravante della premeditazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sangue nel cuore della movida, colpita con i vetri di una bottiglia e sfregiata a vita: arrestata ragazza di 20 anni

  • Coronavirus: la Puglia resta in zona arancione

  • Sua moglie è positiva, lui è in isolamento ma va ugualmente a lavorare: segnalato al 112 e multato dai carabinieri

  • San Marco in Lamis sotto choc, comunità in lutto per Domenico: "Questo maledetto virus gli ha tolto la vita"

  • Grave episodio in zona via Lucera: auto imbrattata con frasi, disegni volgari e sigle contro la polizia

  • Coronavirus: oggi 32 morti in Puglia e 397 nuovi casi in provincia di Foggia

Torna su
FoggiaToday è in caricamento