Ispettori del lavoro piombano in lidi, villaggi e ristoranti: tutti irregolari, lavoratore in nero prendeva reddito cittadinanza

Cinque su cinque erano irregolati. All'interno è stata riscontrata la presenza di otto lavoratori sprovvisti di regolare assunzione di cui uno beneficiario del reddito di cittadinanza

Nell’ambito dell’attività di vigilanza condotta dall’ispettorato del lavoro di Foggia congiuntamente ai carabinieri del Nucleo Ispettorato del Lavoro, tra il 20 e il 22 agosto sono stati effettuati cinque accessi ispettivi presso villaggi turistici, stabilimenti balneari e ristoranti nei comuni di Vieste, Marina di Lesina e Manfredonia.

Cinque su cinque erano irregolari.. All'interno è stata riscontrata la presenza di otto lavoratori sprovvisti di regolare assunzione di cui uno beneficiario del reddito di cittadinanza.

Sono stati adottati tre provvedimenti di sospensione dell’attività imprenditoriale, in applicazione della normativa vigente, e comminata conseguente sanzione pari a 6mila euro.

Sono state accertate otto violazioni amministrative in materia di lavoro e legislazione sociale, con conseguente sanzione pari a 29.500 euro. Sono state, inoltre, riscontrate due violazioni penali in materia di videosorveglianza, con conseguenti sanzioni per un importo pari a 3.096,00.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sangue nel cuore della movida, colpita con i vetri di una bottiglia e sfregiata a vita: arrestata ragazza di 20 anni

  • Emiliano chiede la 'zona rossa' per la provincia di Foggia: "Qui massima gravità e livello di rischio alto"

  • Coronavirus: la Puglia resta in zona arancione

  • Sua moglie è positiva, lui è in isolamento ma va ugualmente a lavorare: segnalato al 112 e multato dai carabinieri

  • San Marco in Lamis sotto choc, comunità in lutto per Domenico: "Questo maledetto virus gli ha tolto la vita"

  • Grave episodio in zona via Lucera: auto imbrattata con frasi, disegni volgari e sigle contro la polizia

Torna su
FoggiaToday è in caricamento