Infezione da ‘West Nile Virus’ in Capitanata, Ospedali Riuniti: “Situazione sotto controllo”

Come da dichiarazioni del Servizio Trasfusionale degli ‘Ospedali Riuniti’ diretto dal dott. Michele Centra, le donazioni di sangue sono sicure e monitorate

Immagine di repertorio

La situazione relativa al caso di infezione da WNV, acronimo di West Nile Virus, registrato in provincia di Foggia nei giorni scorsi, è assolutamente sotto controllo. E anche le donazioni di sangue sono da considerarsi sicure in quanto sottoposte a screening, come da indicazioni del Ministero della Salute. Questo è quanto emerge da ufficiali dichiarazioni del Servizio Trasfusionale degli ‘Ospedali Riuniti’ diretto dal dott. Michele Centra.

Nella nostra Regione, sino a poco tempo fa, fino a quando non era ancora stata rilevata l’infezione, non sussisteva l’obbligo della ricerca del WNV per la validazione degli emocomponenti. A partire dal 28 settembre 2013, a seguito del primo caso umano di malattia neuroinvasiva da WNV, verificatosi nella provincia di Foggia, il Ministero della Salute e il CRAT della Regione Puglia hanno emanato le indicazioni per l’estensione delle misure di prevenzione della trasmissione dell’infezione da West Nile Virus, mediante la trasfusione di emocomponenti labili.

Il Servizio di Immunoematologia e Medicina Trasfusionale (SIMT) degli Ospedali Riuniti, ha attivato in tempi molto brevi lo screening WNV NAT del donatore su singolo campione, sia per gli emocomponenti dei Riuniti, sia per quelli provenienti dalle altre Aziende Ospedaliere della provincia.

L’impegno della direzione generale e sanitaria, unitamente a tutto lo staff dei dirigenti e del personale del comparto del SIMT, hanno permesso di raggiungere questo importante traguardo che ci indica come pionieri nella Regione Puglia, a tutela della donazione del sangue oltre che di tutti i pazienti. L’attività in questione è stata avviata grazie all’acquisizione del sistema automatizzato Panther, che ha consentito di eseguire, primi in Puglia, la determinazione NAT del West Nile Virus.

Di queste ultime acquisizioni è stato reso partecipe l’assessorato regionale alla Salute, guidato dalla dott.ssa Elena Gentile, che ha espresso ogni apprezzamento per l’iniziativa e per i risultati acquisiti anche nella considerazione che gli “Ospedali Riuniti” di Foggia sono stati individuati come centro di riferimento per i Presidi Ospedalieri del nord della Puglia (ASL BAT, ASL FG, IRCCS  “Casa Sollievo della Sofferenza”).      

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus più sfuggente, in Puglia "il tracciamento salta" ma il sistema sanitario regge: non si escludono singoli lockdown

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • Covid, verso il nuovo Dpcm: coprifuoco tra le 22 e 23. Rischiano la chiusura parrucchieri, estetisti, cinema e teatro

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • In serata il nuovo Dpcm Conte: stretta sulla movida e ipotesi coprifuoco. A rischio sport dilettantisti, cinema e teatro

  • 423 contagiati a Foggia, Landella firma l'ordinanza: vie e piazze della movida "chiuse" dopo le 21 nel fine settimana

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento