Amica: Procura e Gdf aprono inchieste, ci sarebbero indagati

Sarebbero cinque gli indagati tra amministratori pubblici e dell'azienda. Inchieste aperte sui ritardi dell'emergenza del servizio raccolta rifiuti e sul fallimento dell'ex municipalizzata

Lavoratori Amica

Questa mattina la Guardia di Finanza ha fatto visita agli uffici di Amica, in corso del Mezzogiorno, dove ha acquisito documenti relativi alla procedura fallimentare dell’azienda. Un blitz che fa il paio con quello avvenuto nei giorni scorsi al Comune di Foggia, dove furono acquisiti documenti relativi all’emergenza rifiuti nel Comune capoluogo (copia dell’esercizio provvisorio, del decreto di fallimento, delibere amministrative degli ultimi 18 mesi).

Sarebbero, dunque, due le indagini aperte dalla Procura e dalla Guardia di Finanza: una relativa alla cronica emergenza del servizio di raccolta rifiuti in città, l’altra inerente il fallimento dell’azienda ex municipalizzata per accertare un eventuale distrazione di fondi pubblici.

Secondo indiscrezioni, ci sarebbero alcuni iscritti nel registro degli indagati, tra amministratori pubblici e dell’azienda.

Seguono aggiornamenti

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Genitori furiosi con Emiliano, che li invita a non mandare i figli a scuola : "La Puglia non è una regione per bambini"

  • La scuola anti-covid di Emiliano tra ordinanze e appelli social. La contestazione: "Il 18 si torni in classe in sicurezza"

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • Coronavirus: 1162 nuovi positivi in Puglia e 24 morti. In Capitanata 150 casi e sei vittime

  • San Marco e Rignano sotto choc: addio a Matteo Longo, carabiniere esemplare e dall'animo buono

  • "Esco con gli amici" ma non fa più ritorno. Scomparso a 16 anni ma c'è chi tace per paura: "Noi non dimentichiamo"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento