Cronaca Cerignola

Cerignola in piazza per dire no alla guerra: "Lo dobbiamo prima di tutto ai nostri concittadini ucraini"

Bonito: “Cerignola ribadisce la contrarietà ad ogni forma di guerra e di violenza”. Amministrazione Comunale e Diocesi insieme per dire no al conflitto in Ucraina

Un corteo della pace per dire no alla guerra in Ucraina e ribadire la contrarietà a tutti i conflitti e ad ogni tipo di violenza. L'Amministrazione Comunale di Cerignola, insieme alla Diocesi, organizza l'iniziativa per martedì 1° marzo, alle ore 19:30, in Piazza Matteotti. Il Comune di Cerignola, che ha già esposto la bandiera della pace sulla facciata di Palazzo di Città, si fa promotore dell'incontro con l'aiuto della Chiesa, delle forze politiche, delle associazioni, della società civile.

"Cerignola è chiamata a far sentire la propria voce. Una piccola goccia che deve sfociare nel mare della solidarietà e della fratellanza tra popoli. Lo dobbiamo prima di tutto ai nostri 134 concittadini ucraini che ormai vivono stabilmente nella nostra città e ai quali vogliamo che arrivi forte il calore, l'affetto e la vicinanza dei cerignolani", commenta il sindaco Francesco Bonito.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cerignola in piazza per dire no alla guerra: "Lo dobbiamo prima di tutto ai nostri concittadini ucraini"
FoggiaToday è in caricamento