menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ginecologi dei Riuniti positivi al Covid: stanno bene e sono rientrati a casa, negativi i 67 tamponi ai contatti stretti

I quattro specialisti erano tutti paucisintomatici e dalle indagini epidemiologiche svolte dalla direzione sanitaria si è accertato che il primo caso non ha avuto nessun contatto stretto con le pazienti gravide Covid (queste ultime risultate tutte asintomatiche) e che tutti si sono contagiati in giorni diversi

Stanno bene e sono già tornati a casa tre dei quattro medici del reparto di Ginecologia del Policlinico Riuniti di Foggia che nei giorni scorsi sono risultati positivi al Covid-19. Il quarto tornerà a casa presto. "Tutta la direzione augura loro una completa guarigione e di rivederli presto al lavoro".

Nel frattempo sono risultati tutti negativi gli esiti dei 67 tamponi eseguiti anche sui contatti stretti del personale medico coinvolto dalla vicenda. I quattro specialisti erano tutti paucisintomatici e dalle indagini epidemiologiche svolte dalla direzione sanitaria si è accertato che il primo caso non ha avuto nessun contatto stretto con le pazienti gravide Covid (queste ultime risultate tutte asintomatiche) e che tutti si sono contagiati in giorni diversi, a rimarcare la differenziazione temporale dell’infezione.

Il primo caso, oltretutto, ha manifestato la sintomatologia assimilabile al Covid-19 solo dopo giorni e improvvisamente, passando dallo stato di asintomatologia a quello di conclamazione dei sintomi.

Anche gli altri medici, ha stabilito la stessa indagine, non hanno avuto contatti con le pazienti e nemmeno con il ‘caso numero uno’ rilevando che non si tratta di contagi collegati a nessun caso specifico o a infetto Covid transitato in reparto. "Questo suggella la tempestività e bontà delle strategie precauzionali messe in atto dalla direzione del Policlinico Riuniti che finora ha eseguito più di 80 tamponi a personale medico o a persone entrate in contatto con i medici".

Secondo procedura, per motivazioni di sorveglianza, saranno effettuati tamponi anche al personale di Neonatologia e della struttura di Ostetricia e Ginecologia a direzione universitaria. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento