Che degrado il sottopassaggio della Stazione: infiltrazioni d'acqua, soffitti pericolanti, puzza e pozzanghere ovunque

Cortocircuito al distributore automatico della Stazione di Foggia, pavimentazione allagata, illuminazione spenta, soffitti rigonfi e odore di plastica bruciata

Foto da Facebook Renato Matteo Imbriani

E' stato un cortocircuito al distributore automatico di bibite e merende la causa del principio di incendio divampato due giorni nel sottopassaggio della stazione di Foggia sul quale i vigili del fuoco sono intervenuti scongiurando il peggio.

Nel frattempo stanno facendo il giro del web alcune immagini che evidenziano lo stato in cui versa lo scalo del capoluogo dauno, alle prese con infiltrazioni d'acqua e soffitti a rischio crollo o rigonfi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

C'è tanta amarezza e rabbia. "Puzza di bruciato e aria irrespirabile, pioggia che veniva giù dal soffitto a catinelle, pozzanghere ovunque". "Odoro acre di plastica bruciata, la solita illuminazione spenta, ampie zone allagate, il soffitto in plastica rigonfio", nei commenti di due cittadini la fotografia di come si presenta oggi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus più sfuggente, in Puglia "il tracciamento salta" ma il sistema sanitario regge: non si escludono singoli lockdown

  • Covid, verso il nuovo Dpcm: coprifuoco tra le 22 e 23. Rischiano la chiusura parrucchieri, estetisti, cinema e teatro

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • In serata il nuovo Dpcm Conte: stretta sulla movida e ipotesi coprifuoco. A rischio sport dilettantisti, cinema e teatro

  • Conte firma il nuovo Dpcm: locali chiusi a mezzanotte, feste in casa massimo in sei e quarantena da 14 a 10 giorni

  • Coronavirus, quattro 'zone rosse' e 5 amaranto in Capitanata. Focolai rsa e covid-positivi in più della metà dei comuni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento