menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'omicidio avvenuto ad Apricena

L'omicidio avvenuto ad Apricena

Nella Foggia della 'Quarta Mafia' 40 tra omicidi e agguati falliti: calano i reati ma furti ed estorsioni a gogò

A dirlo sono i dati riferiti al 2017 forniti al Sole 24 ore dal Dipartimento di Pubblica Sicurezza del Ministero dell’Interno

Oltre 6600 reati vengono commessi e denunciati ogni giorno in Italia. Circa 277 ogni ora. Un dato in calo del 2,3% nel 2017, in linea con le flessioni degli anni precedenti, ma che si riflette con dinamiche differenti su base provinciale. A dirlo sono i dati riferiti al 2017 forniti al Sole 24 ore dal Dipartimento di Pubblica Sicurezza del Ministero dell’Interno.

C’è da dire, tuttavia, che i dati fotografano unicamente i delitti “emersi”, ossia quelli denunciati alle Forza di Polizia (tutte, indifferentemente). Restano nell’ombra i fenomeni di microcriminalità che, per diversi motivi, sfuggono al controllo delle autorità, e tutti quelli che restano “sommersi”, ovvero non segnalati, perché la loro comunicazione non è affatto scontata.

La mappa dei reati redatta non tiene conto solo del valore assoluto dei numeri ma dell’incidenza su 100mila abitanti. Accade così che province più popolose, seppur aventi un numero assoluto maggiore di reati, scendano in classifica, diminuendo l’incidenza sulla popolazione. E viceversa. Così come succede che l’incidenza assuma colorazioni più forti nelle province del Centro Nord ma la tonalità appare legata più alla pratica della denuncia e, pertanto, alla possibilità del reato di emergere, cosa meno scontata e meno diffusa nelle regioni del Sud. Fatte queste premesse, le tre province con più reati denunciati nel 2017 sono Milano, Rimini e Bologna.

Con 25.905 reati Foggia si colloca al 26esimo posto su 106 province, con un rapporto di 4143 reati ogni 100mila abitanti ed una flessione annua del 4%. Si tratta della prima provincia della Puglia (Bari è collocato due lunghezze più sotto, al 27esimo posto, seppur con 51.616 reati ma cala l’incidenza; Brindisi al 49esimo, Bat al 54esimo, Lecce al 60esimo posto: anche qui, numero di reati vicini per numero a quelli della Capitanata, 25mila, ma con un rapporto di 3.136 ogni 100mila abitanti. Taranto al 63esimo posto).

Entrando nel dettaglio dei reati, Foggia è 3^ nella classifica degli “omicidi volontari, tentati e infanticidi” con ben 40 reati (20 omicidi consumati, 20 tentati), praticamente 15,5 ogni 100abitanti, ed una variazione al rialzo del 5% (è l’anno della mattanza di San Marco in Lamis). Ai primi posti ci sono Vibo Valentia e Nuoro con, rispettivamente però, 25 e 20 reati (ed una incidenza maggiore rapportata al numero di abitanti). Bari in queste classifica è 18esima con 45 reati ed una incidenza del 3,6 (seppur con variazione al rialzo dl 22%).

In linea di massima la Capitanata resta prima provincia pugliese per quanto riguarda la gran parte dei reati, eccetto i furti: qui Bari è al 17^ posto con 29.811 reati e una incidenza di  2.370,6 ogni 100mila abitanti (-4%), Foggia al 30^ con 12.557 furti, 2.024 reati ogni 100mila abitanti ( - 6%). Lecce è al 57^ con 12.091 reati (1.513 ogni

Dettagliando maggiormente, Foggia ha subito nel 2017 187 furti con strappo (+40%), 1203 furti in abitazione (- 9%), 577 furti in esercizi commerciali (-11%).

E’ stupefacente notare come la classifica nazionale relativa ai furti di autovetture sia guidata ai piani alti da province pugliesi: 1^ per incidenza la Bat, con 2297 furti; seconda Bari con 7123 furti, terza Catania con 6136 autovetture rubate, quarta Foggia con 2916 veicoli sottratti ( - 16%). Quinta Napoli, con 13861 furti ma una incidenza inferiore rapportata alla popolazione.

La provincia di Foggia, poi, è 8^ a livello nazionale per ciò che concerne le rapine: 415 nel 2017, 66,4 ogni 100mila abitanti ed una flessione del 5%. E schizza al 2^ posto per estorsioni, con 179 reati denunciati, con una flessione del 4%.

Quello delle estorsioni, così come quello dell’usura, sono reati di difficile valutazione nella loro diffusione necessitando, come  noto, di denunce per essere mappati. Pertanto, la collocazione al 25esimo posto della Capitanata per ciò che concerne appunto l’usura, con 4 reati (ed una variazione del 100% addirittura) va letta tenendo in considerazione la difficoltà delle vittime a denunciare.   

Con 3 casi emersi, Foggia è al 67esimo posto per associazione a delinquere e non presenta alcun reati nella classifica relativa ad “associazione di stampo mafioso”: zero casi, 45esimo posto per la Capitanata.

Risale poi nuovamente ai primi posti, 4^ per la precisione, per ciò che concerne il riciclaggio, con 58 reati ( - 5%); 38^ per stupefacenti con 431 reati ed una flessione del 43%, 35^ posto per incendi con 326 casi ( + 43%). Con 1407 reati, poi, è al 76 posto nella classifica relativa a truffa e frodi informatiche. Scivola al 99^ posto per ciò che concerne le violenze sessuali, che macchiano soprattutto le città del Nord.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento