La Capitanata piange Nazario, l'agente penitenziario stroncato dal Coronavirus: era medaglia di bronzo al merito di servizio

Nazario Giovanditto lascia una moglie e due figli. Originario di San Nicandro Garganico, nel 2014 era stato insignito della medaglia di bronzo al merito di servizio. Mastrulli: "Sorridente, disponibile e serio"

Seconda vittima del Coronavirus fra il personale della Polizia Penitenziaria. Si tratta di un assistente capo deceduto presso l'ospedale milanese Humanitas, dove era ricoverato da alcuni giorni. Originario di San Nicandro Garganico, quarta vittima della città, Nazario Giovanditto lascia moglie e due figli. 

Lo ricorda in una nota il ministero della Giustizia. Lavorava nella casa di reclusione di Milano Opera e il 9 marzo scorso, ai primi sintomi della malattia, era stato posto in isolamento precauzionale in caserma. Il giorno successivo l'esito positivo del tampone. Nel 2014 aveva ricevuto una medaglia di bronzo al Merito di servizio. "Il Ministro Bonafede e tutta l'Amministrazione Penitenziaria si uniscono al dolore dei suoi affetti più cari"

"Sorridente, disponibile, professionale e serio" lo ricorda così Mimmo Mastrulli. Prestava servizio presso il distaccamento del Nucleo Traduzioni e Piantonamento del carcere milanese. "Nel corso del ricovero si era confidato con una collega invitandola a rimanere serena che tutto sarebbe andato per il verso giusto e che anche questa prova sarebbe stata superata,queste le frasi che si raccolgono sulle chat dei colleghi"

"Quanti interrogativi su cosa accade nelle prigioni Italiane dal Sud al Nord dove neanche le mascherine protettive o i guanti sono arrivati se non a macchia di leopardo mascherine talmente sottili che possono essere utilizzate solo per togliere la polvere dai mobili e non per difendere un essere umano dal vigliacco micidiale Coronavirus una pandemia che solo in Italia ha falciato migliaia di essere umani devastando intere famiglie e città".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E ancora, prosegue Mastrulli, "la preoccupazione rimane nel carcere di Lecce dove da diversi giorni si attende ancora di conoscere l’esito del tampone fatto su alcuni colleghi e colleghe dopo la scoperta della detenuta risultata positiva. Mascherine che mancano a Foggia a Trani e a Bari,e quelle che hanno ricevute molto ridicole da portare sono già state consumate e non certamente potrebbero rigenerarsi senza una ottimale  pulizia sanitaria".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scandalo a luci rosse nella Caritas di Foggia. Sacerdote filmato durante atti sessuali e minacciato, nei guai due persone

  • Attimi di paura in via Monfalcone: aggrediti agenti della Locale, per aver chiesto di abbassare il volume della musica

  • Tragedia sulle strade del Gargano: morto motociclista di 31 anni, impatto fatale con un'auto

  • Elicottero sorvola Foggia: raffica di perquisizioni, forze dell'ordine a caccia di armi e droga

  • Tutti i voti delle liste e dei candidati. Piemontese il più suffragato: 6 su 10 eletti hanno già fatto il consigliere regionale

  • Il virus dilaga, Landella corre ai ripari: a Foggia mascherine obbligatorie all'aperto e centri commerciali chiusi domenica

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento