Coronavirus: c'è il quinto caso a San Marco in Lamis, è un altro parente dell'uomo deceduto

Dopo i primi quattro contagiati (due familiari della vittima, il medico curante e la moglie di quest'ultimo), un altro parente dell'anziano è risultato positivo al secondo tampone effettuato dagli operatori sanitari

Immagine di repertorio

Coronavirus a San Marco in Lamis, c'è una quinta persona risultata positiva al tampone per il Covid-19, anch'essa contagiata dal 74enne deceduto lo scorso 27 febbraio.  

Dopo i primi quattro positivi (due familiari della vittima, il medico curante e la moglie di quest'ultimo), un altro parente dell'anziano è risultato positivo al secondo tampone effettuato dagli operatori sanitari. Dodici i tamponi effettuati, in questa tranche, nel centro garganico, l'ultimo dei quali risultato positivo.

Intanto, nella giornata di ieri, si è svolta presso la sala consiliare del Comune una riunione dei
capigruppo consiliari per fare il punto sull’emergenza Coronavirus a San Marco in Lamis. Il sindaco Merla ha reso note le misure di riorganizzazione sanitaria indispensabili, come l’allestimento di due tende pre-triage presso il Punto di Primo Intervento in cui verranno accolti e gestiti i casi sospetti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"In questa situazione tutti i sammarchesi devono fare la loro parte", spiegano in una nota stampa i capigruppo consiliari. "I cittadini sottoposti a quarantena devono rispettarla per il loro bene e per il bene di tutti, soprattutto per tutelare efficacemente le persone con più fragilità
(anziani e patologici cronici); gli altri, in linea con quanto espresso dal Presidente della
Repubblica, devono esercitare il proprio senso di responsabilità e seguire con rigore le
indicazioni e le prescrizioni del Servizio sanitario nazionale e della Regione Puglia in ordine ai
comportamenti da osservare sia per quanto riguarda la prevenzione che per le eventuali
situazioni sanitarie critiche che si dovessero manifestare".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus più sfuggente, in Puglia "il tracciamento salta" ma il sistema sanitario regge: non si escludono singoli lockdown

  • Covid, verso il nuovo Dpcm: coprifuoco tra le 22 e 23. Rischiano la chiusura parrucchieri, estetisti, cinema e teatro

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • In serata il nuovo Dpcm Conte: stretta sulla movida e ipotesi coprifuoco. A rischio sport dilettantisti, cinema e teatro

  • Coronavirus, quattro 'zone rosse' e 5 amaranto in Capitanata. Focolai rsa e covid-positivi in più della metà dei comuni

  • Coronavirus: sfondata quota 350 contagiati in un giorno in Puglia. I nuovi positivi in Capitanata sono 89

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento