Beneficia di un permesso premio, ma rientra in carcere con droga e telefonini nascosti "nell'ampolla rettale"

E' successo nel carcere di San Severo. Gli apparecchi e la droga erano occultati “nell’ampolla rettale” del giovane detenuto

La droga e i cellulari

Nuova brillante operazione degli uomini della polizia penitenziaria in servizio nella casa circondariale di San Severo che nella giornata di ieri hanno scongurato l’introduzione in carcere di stupefacenti e cellulari da parte di un detenuto di rientro da un permesso premio.

I poliziotti della penitenziaria, a seguito di un intensa attività investigativa coordinata dal comandante del reparto il commissario capo dott. Giacomo Prudentino, in collaborazione con le unità cinofili della Polizia Penitenziaria, lo hanno scoperto e denunciato su ordine del Pm di turno.

Il detenuto di origine foggiana, rientrato da un permesso premio ieri mattina, è stato scoperto in possesso di due microtelefonini, 1,23 grammi di cocaina e di circa 66 grammi di hashish. Gli apparecchi e la droga erano occultati “nell’ampolla rettale” del giovane detenuto.

Il direttore della casa circondariale dott.ssa Patrizia Andrianello, ha espresso i propri complimenti a tutto il reparto di Polizia Penitenziaria per l’ottimo risultato raggiunto

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terribile incidente stradale sulla Statale 16: violento impatto tra un'auto e un tir, c'è una vittima

  • Musica d'estate in Capitanata: tutti i concerti a Foggia e in provincia

  • Shock a Milano, foggiana rifiutata da una "salviniana razzista" "Non ti affitto casa perché sei del Sud" (Audio)

  • Foggiana rifiutata, milanese "razzista e salviniana" ritratta: "Colpa della menopausa, disposta ad affittarle casa senza cauzione"

  • Milanese nega affitto a ragazza foggiana: "Sono razzista e leghista". Salvini : "È una cretina"

  • Neonato morto a Foggia, famiglia chiede 1,7 milioni ai Riuniti. Gli avvocati: "Cause non ascrivibili ai sanitari dell'ospedale"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento