Cronaca Centro - Piazza Giordano / Via Giuseppe Rosati

Si barrica in casa ubriaco e picchia moglie, figlio in lacrime ai carabinieri: “Aiutateci!”

Il 60enne ha tentato di aggredire anche i carabinieri. Prima però, aveva minacciato e riempito di botte la moglie, gettandole una pentola d’acqua bollente su un braccio

Ha chiamato i carabinieri riferendo che suo padre si era barricato in casa con la madre e la sorella, ma che poco prima aveva insultato e percosso la moglie scagliandole addosso una pentola d’acqua bollente. Arrivati immediatamente sul posto, i carabinieri hanno trovato il 17enne in strada, in lacrime e terrorizzato, addosso al quale il padre aveva scagliato il televisore

L’uomo, un 60enne marocchino, alla vista dei militari, entrati in casa con le chiavi del ragazzino, brandendo una bottiglia di vetro ha provato ad aggredirli, non prima però di simulare gesti di autolesionismo, ma è stato immobilizzato e arrestato.

In caserma i familiari hanno raccontato i continui soprusi di cui era vittima la moglie italiana e indirettamente anche i due figli ancora minorenni. Ait Abdennour Bouazza è stato trasferito in carcere con l’accusa di maltrattamenti in famiglia

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si barrica in casa ubriaco e picchia moglie, figlio in lacrime ai carabinieri: “Aiutateci!”

FoggiaToday è in caricamento