Rapinò furgone portavalori nel Trevigiano: arrestato esponente dei Romito

Già sorvegliato speciale, dovrà scontare una pena di 5 anni e 4 mesi. E' ritenuto responsabile della rapina aggravata commessa a un portavalori il 13 gennaio del 2001 a Casale sul Sile

L'uomo arrestato

Gli agenti della squadra mobile di Foggia e del commissariato di Manfredonia hanno tratto in arresto un 45enne manfredoniano esponente dei Romito in ottemperanza all’ordine di esecuzione per la carcerazione emesso nella mattinata di ieri dalla Procura della Repubblica - Ufficio esecuzioni penali del Tribunale ordinario di Treviso.

Romito, già sorvegliato speciale in virtù della riconosciuta pericolosità sociale ed il ruolo criminale rivestito in passato, è stato accompagnato nella casa circondariale di Foggia, a disposizione dell’autorità competente, dove dovrà scontare la pena di 5 anni e 4 mesi.

Considerato ai vertici dell’omonimo clan criminale garganico, l’uomo è ritenuto responsabile della rapina aggravata commessa in danno a un portavalori il 13 gennaio del 2001 a Casale sul Sile, nel Trevigiano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Genitori furiosi con Emiliano, che li invita a non mandare i figli a scuola : "La Puglia non è una regione per bambini"

  • La scuola anti-covid di Emiliano tra ordinanze e appelli social. La contestazione: "Il 18 si torni in classe in sicurezza"

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • Coronavirus: 1162 nuovi positivi in Puglia e 24 morti. In Capitanata 150 casi e sei vittime

  • San Marco e Rignano sotto choc: addio a Matteo Longo, carabiniere esemplare e dall'animo buono

  • "Esco con gli amici" ma non fa più ritorno. Scomparso a 16 anni ma c'è chi tace per paura: "Noi non dimentichiamo"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento