Cronaca Lesina

Arresto Lesina: estorsione e minacce al gestore di una sala giochi

Il titolare di una sala giochi era stata costretta a consegnare gratuitamente al giovane una tessera per videopoker e a ricaricarla, altrimenti le avrebbe distrutto il locale

A.I., 22enne di Lesina e noto alle forze dell’ordine, è stato arrestato dai carabinieri della cittadina garganica su richiesta del GIP del tribunale di Lucera.

L’arresto è avvenuto dopo una proficua attività investigativa avviata all’indomani della denuncia di un commerciante locale, vittima di un’estorsione.

Il titolare di una sala giochi era stata costretta a consegnare gratuitamente al giovane - che l’aveva minacciata di distruggerle il locale se non avesse assecondato le sue richieste - una tessera prepagata per giocare al videopoker e a ricaricarla più volte – spaventata dalle pesanti minacce - per importi di alcune centinaia di euro.

I militari dell’Arma hanno evidenziato importanti ed incontrovertibili elementi di responsabilità a carico del pregiudicato.

Sulla scorta di tali elementi il GIP del Tribunale di Lucera su richiesta della Procura della Repubblica ha emesso a carico del giovane la misura cautelare degli arresti domiciliari, notificata dai militari dell’Arma di San Severo nella serata di martedì.

 

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arresto Lesina: estorsione e minacce al gestore di una sala giochi

FoggiaToday è in caricamento