40mila euro per l'appalto di Borgo Mezzanone: arrestato generale dell'Aeronautica

Si tratta di un generale dell'Aeronautica Militare in quiescenza. Avrebbe favorito un gruppo di imprenditori in cambio di denaro e di due lussuose vacanze familiari

Denaro e due lussuosi soggiorni familiari in cambio della gara d’appalto per la fornitura e posa in opera di moduli abitativi per il centro immigrati di Borgo Mezzanone, nel Foggiano. E’ quanto scoperto all’esito di una laboriosa attività di indagine condotta dai finanzieri di Gioia del Colle coordinata dalla Procura di Bari che ha coinvolto, nel complesso, sedici persone, di cui quattro arrestate

Si tratta di ufficiali superiori, in servizio ed in congedo, dell'Aeronautica Militare ed dell'Esercito Italiano, di un funzionario del Ministero dell'Interno, e di alcuni imprenditori che dovranno rispondere, a vario titolo, dei reati di corruzione per un atto contrario ai doveri d'ufficio, istigazione alla corruzione, truffa aggravata in danno di ente pubblico, rivelazione ed utilizzazione di segreti d'ufficio, turbata libertà degli incanti, turbata libertà del procedimento di scelta del contraente, induzione indebita a dare o promettere utilità, riferibili agli anni 2011 e 2012.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nello specifico del caso di Borgo Mezzanone, l'attività ha evidenziato che le illecite interferenze nelle operazioni di gara sono state eseguite da Carlo Peluso - generale dell'Aeronautica Militare in quiescenza, già Capo ufficio progetti del Genio Difesa - in cambio della promessa di denaro, da parte degli imprenditori coinvolti, di 40mila euro per la prima commessa, e di altri vantaggi di natura patrimoniale per la seconda, consistiti in due soggiorni familiari in una lussuosa struttura ricettiva del Salento. L’ordinanza odierna ha disposto per l’uomo l'applicazione della misura della custodia cautelare in carcere ed il sequestro di beni per equivalente, sino alla concorrenza della somma di 40mila euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz antimafia a Foggia. Smantellato traffico di droga: 16 arresti, tra cui uomini della 'Società'

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • Coronavirus, l'avanzata dei contagi preoccupa la Puglia: "Si deve uscire solo per lavorare, istruirsi o altre gravi necessità"

  • Ecco la bozza del nuovo Dpcm: bar e ristoranti chiusi alle 18. Stop a palestre e piscine

  • 423 contagiati a Foggia, Landella firma l'ordinanza: vie e piazze della movida "chiuse" dopo le 21 nel fine settimana

  • La 'Società Foggiana' messa spalle al muro: 16 arresti. Duro colpo al narcotraffico della rete criminale del 'Primitivo'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento