Beccato in auto con una minorenne e una pistola pronta a sparare: arrestato 40enne

E' quanto scoperto dagli agenti della squadra mobile di Foggia, con il Reparto Prevenzione Crimine, alla periferia della città: arrestato Besnik Delaj, cittadino albanese di 40 anni, pregiudicato

Immagine di repertorio

In auto con una pistola carica e pronta a sparare, nella cintura dei pantaloni. E’ quanto scoperto dagli agenti della squadra mobile di Foggia, con il Reparto Prevenzione Crimine, nell’ambito di un servizio predisposto a livello interprovinciale per contrastare il traffico di armi.

Il fatto risale alla sera dello scorso 5 ottobre: intorno alle 20.45, in una strada periferica del capoluogo, la polizia ha intercettato una BMW station wagon nera con due persone a bordo che procedeva diretta fuori città. Gli agenti hanno deciso di procedere al controllo del veicolo intimando l’alt, ma il conducente ha tentato di eludere il controllo, passando con un gesto veloce della mano qualcosa alla ragazza che sedeva accanto.

Gli agenti hanno quindi fermato il veicolo e proceduto all’identificazione del conducente - Besnik Delaj, cittadino albanese di 40 anni, pregiudicato per reati in materia di stupefacenti – e alla perquisizione personale e del mezzo. Insieme a lui, una ragazza minorenne di nazionalità rumena, incensurata. Dopo aver effettuato un accurato controllo dei documenti personali e dell’autoveicolo, gli operatori hanno chiesto spiegazioni circa quel movimento repentino effettuato con il braccio destro verso la ragazza.

A quel punto, il 40enne ha iniziato a tradire segni di nervosismo e di insofferenza per il controllo, rispondendo in modo confuso e negando la circostanza. Gli agenti hanno quindi proceduto alla perquisizione dell’uomo e della ragazza: infilata nella cintura dei pantaloni di Delaj è stata trovata una pistola semiautomatica cal. 9x21 di fabbricazione ceca, con matricola abrasa e caricatore rifornito di 12 proiettili, mentre nella borsetta della ragazza, vi erano altri 10 proiettili custoditi in un fazzoletto di carta, e un involucro in cellophane con pochi grammi di marijuana.

Sia nella immediatezza dei fatti, che nelle dichiarazioni rese negli uffici della squadra mobile di Foggia, il 40enne si è assunto la piena responsabilità in ordine ai proiettili e alla sostanza stupefacente rinvenuti nella borsa della ragazza e, sulla base di quanto emerso, l’uomo è stato arrestato e condotto al carcere di Foggia, a disposizione dell’autorità giudiziaria competente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • Scuola, si cambia di nuovo: "Superiori in Ddi al 100% per una settimana, elementari e medie in presenza (con ddi a scelta)”

  • Puglia in zona gialla 'rinforzata' fino al 15 gennaio: cosa è concesso fare (e cosa no)

  • La Puglia verso la zona arancione

  • Orrore nelle campagne di Cagnano, lupo trovato impiccato a un albero

  • Neve fino a quote basse e temperature in calo: oggi tempo incerto, domani sole e giovedì sera la coltre bianca

Torna su
FoggiaToday è in caricamento