rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Cronaca Cerignola

Nascondeva la cocaina sotto il materasso: in manette pregiudicato

Domenico Dipaola, già ai domiciliari per aver messo a soqquadro un pub e aver aggredito gli agenti giunti sul posto, è stato trovato in possesso di 80 dosi di droga e 20 grammi di sostanza da 'taglio'. Per lo stesso reato, un quarantenne è finito ai domiciliari

Continuano le attività di controllo da parte del Commissariato di pubblica sicurezza di Cerignola, diretto del Vice Questore Aggiunto Loreta Colasuonno. Venerdì scorso, nel corso di una serie di controlli effettuati nei confronti delle persone note agli uffici di polizia, gli agenti hanno arrestato Domenico Dipaola.

IL PRECEDENTE: CLICCA QUI

L’uomo, già ai domiciliari per delle intemperanze commesse alcuni giorni prima in un Pub, e aver aggredito gli agenti giunti sul posto per bloccarlo, è stato fermato per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Durante la perquisizione presso la sua abitazione, gli agenti hanno infatti rinvenuto ben 80 dosi di cocaina, già confezionate in ‘cipolline’, del valore di circa 3mila euro. La droga era nascosta sotto il materasso della camera da letto. L’uomo aveva con sé anche un involucro contenente 20 grammi di sostanza da ‘taglio’.  in data di ieri 20 gennaio, effettuavano controlli nei confronti di persone note agli uffici di polizia, al fine di arginare il dilagante fenomeno criminale sviluppatosi in città negli ultimi mesi. Dipaola è stato sottoposto nuovamente ai domiciliari.

Stessa sorte è capitata a un quarantenne di Cerignola, che al termine di una perquisizione, è stato trovato in possesso di tre dosi di cocaina e due di hashish. Vista l’irrisoria quantità di sostanza rinvenuta, l’uomo è stato denunciato a piede libero per il reato di detenzione a fini di spaccio di sostanza stupefacente e riaccompagnato presso il proprio domicilio in regime di detenzione domiciliare, per altro reato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nascondeva la cocaina sotto il materasso: in manette pregiudicato

FoggiaToday è in caricamento