Blitz antidroga sul Gargano, tra "cacioricotta" e "caffè" ecco come si spaccia a Vieste

Le indagini dei carabinieri hanno consentito di arrestare 12 soggetti e sequestrare numerose dosi di cocaina, hashish e marijuana. Documentate oltre 4.500 cessioni di droga per un "giro di affari" stimato di 900.000 euro

La cessione dello stupefacente

Le telecamere dei carabinieri hanno filmato tutto, riuscendo a ricostruire con dati oggettivi la fitta rete di rapporti tiene legati insieme quindici soggetti, tutti viestani, ritenuti dagli inquirenti incardinati in due distinti gruppi di spacciatori, impegnati da un lato a vendere droga al dettaglio e dall’altro a scambiarsi numerosi quantitativi di sostanze stupefacenti.

E’ quanto scoperto a Vieste, sul Gargano, dove i carabinieri hanno messo a segno una vasta operazione antidroga. I militari, su ordine del gip del tribunale di Foggia, hanno arrestato 12 persone – sei sono finite in carcere e altrettante ai domiciliari – mentre a tre indagati è stato notificato l’obbligo di firma.

Questa mattina, infatti, 80 carabinieri del Comando provinciale di Foggia, con l’ausilio di un velivolo del 6° Nucleo Elicotteri Carabinieri di Bari e due unità cinofile del Nucleo di Modugno, hanno letteralmente setacciato la cittadina garganica eseguendo l’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip di Foggia, nei confronti di 15 persone, per spaccio e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Le indagini condotte attraverso attività tecnica e servizi dinamici hanno permesso di individuare i presunti fornitori di stupefacente – soprattutto cocaina, marijuana e hashish – e di identificarli in Pasquale e Giuseppe Notarangelo – 23 e 22 anni, rispettivamente cugino e nipote del boss Angelo Notarangelo – e il 30enne Vincenzo Vèscera, insieme ad altri soggetti ad essi legati con mansioni di “pusher”, per lo spaccio al dettaglio.

TUTTI I NOMI DEGLI ARRESTATI

Secondo i carabinieri, i tre, oltre a spacciare per conto proprio, avrebbero ceduto droga al gruppo di Matteo Coppola che si avvaleva di pusher, tra cui Francesco Pio Coppola, Giovannantonio Grima e Giovanni Rotunno. Altro gruppo facente capo a Vescera comprendeva quali venditori al dettaglio Marco e Felice Zillo, Mauro Veloce, Antonio Lanzone, e Matteo Lauriola.

Lo stupefacente – come documentato dalle immagini delle telecamere degli investigatori -  veniva preparato di nascosto, nel cassone di un camion di una ditta di movimento terra. Nella maggior parte dei casi, lo stupefacente veniva ceduto direttamente a casa – una sorta di pony express - dell’acquirente, dove avveniva lo scambio.

IL VIDEO DEL BLITZ

Le complesse ed articolate indagini, che hanno impegnato i Carabinieri della Tenenza di Vieste per circa un anno, hanno consentito di sequestrare numerose dosi di cocaina, hashish e marijuana e di documentare, mediante relativi riscontri oggettivi, circa 75 episodi di spaccio delle predette sostanze stupefacenti, nonché di accertare, mediante intercettazioni telefoniche ed ambientali, 4.500 cessioni di droga, in un lasso di tempo di dodici mesi (dal febbraio 2013 al marzo 2014), corrispondenti ad un “giro di affari” di 900.000 euro circa.

Gli acquirenti erano sia residenti della zona, sia numerosi turisti. Gli indagati utilizzavano un linguaggio in codice durante le trattative telefoniche: cacioricotta, caffè, jeans e bombola del gas erano alcuni dei termini utilizzati per parlare della droga. I pusher facevano uno squillo al cellulare del compratore, che ritirava poco dopo la dose in un luogo concordato in precedenza: ad esempio, una nicchia in un muretto a secco o in un guard rail.

Nel corso dell’esecuzione dei provvedimenti restrittivi sono stati, inoltre, rinvenuti e sequestrati un libro mastro con annotati gli importi degli acquisti/cessioni di droga e 4.520 euro in contanti a carico di Pasquale Notarangelo. Undici soggetti sono stati arrestati in flagranza di reato per spaccio e detenzione di droga e sono stati sequestrati complessivamente circa 200 grammi di hashish, 100 grammi di cocaina e 500 grammi di marijuana.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Genitori furiosi con Emiliano, che li invita a non mandare i figli a scuola : "La Puglia non è una regione per bambini"

  • La scuola anti-covid di Emiliano tra ordinanze e appelli social. La contestazione: "Il 18 si torni in classe in sicurezza"

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • Coronavirus: 1162 nuovi positivi in Puglia e 24 morti. In Capitanata 150 casi e sei vittime

  • San Marco e Rignano sotto choc: addio a Matteo Longo, carabiniere esemplare e dall'animo buono

  • "Esco con gli amici" ma non fa più ritorno. Scomparso a 16 anni ma c'è chi tace per paura: "Noi non dimentichiamo"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento