menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

8 arresti e 10 deferimenti dei Carabinieri nella provincia di Foggia

Il risultato dell'intensa attività dei militari, coadiuvati dalla Compagnia di Intervento Operativo dalle unità cinofile e un elicottero del 6° Nucleo di Bari,. 4 degli arrestati sono stati colti in flagranza di reato

Intensa attività dei Comando Provinciale dei Carabinieri, che insieme alla Compagnia di Intervento Operativo, e con l’ausilio delle unità cinofile e di un elicottero del 6° Nucleo di Bari, ha effettuato nei giorni scorsi numerose perquisizioni, posti di blocco in tutta la Provincia. I risultati dei controlli hanno portato ad 8 arresti (4 in Flagranza), 6 denunce in stato di libertà; 768 persone identificate e 300 veicoli controllati; 32 tra perquisizioni domiciliari, personali e veicolari. Controllate 55 persone tra detenuti domiciliari e sottoposti a misure di prevenzione. 2 persone segnalate all’Ufficio Territoriale del Governo perché trovate in possesso di marijuana.

A Cerignola è stato arrestato D.F. A., che lo scorso 7 dicembre era evaso dalla propria abitazione dove stava scontando gli arresti domiciliari. L’uomo, trentottenne, stava scontando una pena di 8 anni per rapina, e si è presentato in caserma sentendosi ormai braccato dai Carabinieri. Arrestato anche C. T., di 53 anni, colto in flagranza di reato. A bordo della sua auto in compagnia di una ragazza, si era fermato per far salire un’altra ragazza dedita al meretricio, nei pressi di via Manfredonia. I militari, insospettiti dal movimento, hanno inseguito i tre, scoprendo dai successivi controlli, che l’uomo era solito accompagnare le due giovani ragazze, due rumene di circa vent’anni, da casa a lavoro, ricevendo in cambio prestazioni sessuali gratuite. Per lui l’accusa è di sfruttamento della prostituzione. R.C. di 35 anni è stato tratto in arresto dopo essere evaso dai domiciliari lo scorso 10 dicembre. V.C. rumeno di 38 anni, è stato deferito in stato di libertà per contrabbando di tabacchi lavorati esteri. Durante un controllo, gli uomini in divisa hanno ritrovato 23 stecche di sigarette di contrabbando per un peso complessivo di 4,6 kg.

Ad Ascoli Satriano invece, i carabinieri hanno arrestato S.G., giovane di 20 anni. Il ragazzo è stato fermato in seguito ad una perquisizione, nella quale i militari hanno rinvenuto all’interno del suo giubbotto una busta contenente 5 grammi di hashish, e un coltello. Nel portafogli del giovane, sono stati trovati anche 1000 euro in contanti. Il ventenne è stato arrestato in flagranza di reato per possesso di sostanze stupefacenti finalizzato allo spaccio.

A San Ferdinando di Puglia, è stato arrestato H.P., trentacinquenne di origine rumena, sul quale pendeva un mandato di arresto europeo. L’arresto è giunto dopo che i Carabinieri hanno appreso la notizia della presenza sul territorio dell’uomo, accusato di traffico si sostanze stupefacenti. Dopo l’arresto, l’uomo è stato tradotto nella casa circondariale di Foggia.

A Stornara è stato arrestato S. N. di 28 anni, in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso lo scorso 13 dicembre all’Ufficio Esecuzioni Penali della Procura della Repubblica, presso il Tribunale di Foggia. Il giovane deve scontare una pena di 2 anni e 10 mesi di reclusione come cumulo di pene per detenzione illecita di sostanze stupefacenti.

A Vieste i Carabinieri hanno arrestato E.G. di 43 anni. L’uomo è stato tratto in arresto dopo che i Carabinieri hanno accertato i reiterati comportamenti minacciosi e molesti dell’uomo nei confronti della ex moglie. Arrestato per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio, Z. L. di 24 anni. Il ragazzo è stato arrestato in seguito ad una perquisizione avvenuta nei pressi della sua abitazione, all’interno della quale, i militari hanno rinvenuto un involucro in cellophane contentente 30 grammi di marijuana e un bilancino elettronico di precisione.

Nel corso dell’attività di polizia giudiziaria, sono stati segnalati alla Prefettura, anche due giovani fratelli, come assuntori di sostanze stupefacenti per uso non terapeutico. Dopo una perquisizione personale, sono stati trovati in possesso rispettivamente di 5 e 3,5 grammi di maijuana. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Si può andare a caccia e in un altro comune: per la Regione è “stato di necessità” per l’equilibrio faunistico-venatorio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento