menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Palmanova, riciclaggio auto: 12 arresti, anche 68enne foggiano

Durante l'operazione sono state effettuate 16 perquisizioni e sequestrati 11 veicoli di cui tre in Lituania, per un valore di 440.000 euro. Trattati 53 veicoli per un valore di circa due milioni e 650 mila euro

Dodici persone arrestate e 33 indagate: è il risultato di una operazione della Polizia stradale di Palmanova contro un'organizzazione dedita al riciclaggio internazionale di veicoli.

L'organizzazione criminale - che, si è appreso, riciclava veicoli di grossa cilindrata (preferibilmente Suv di alta gamma) la cui destinazione finale, transitando per la Lituania, era la città di Minsk in Bielorussia - si avvaleva di procacciatori di veicoli, inseriti nel tessuto sociale e delinquenziale di varie città (Roma, Modena, Brescia, Foggia e Pescara), i quali, facendo leva sulle precarie condizioni economiche dei locatari dei mezzi, acquistavano i veicoli ad un prezzo conveniente, li esportavano e solo dopo ne facevano denunciare il furto ai legittimi possessori. Durante l'operazione sono state effettuate 16 perquisizioni e sequestrati 11 veicoli di cui tre in Lituania, per un valore di 440.000 euro.

A capo dell'organizzazione criminale c'era un cittadino bielorusso, P.C., di 35 anni, fermato a Roma. Suo socio in affari era R.L., 58 anni, anch'egli residente nella Capitale. I due si avvalevano di una rete di procacciatori di autoveicoli P.D., 31 anni, P.C.A., 56 anni di Roma, P.S., 60 anni di Modena, D.M.N., 68 anni di Foggia, N.A., 42 anni di Roma e G.S.F., 47 anni di Teramo.

I procacciatori presi contatti con i possessori dei mezzi contattavano i capi dell'associazione per stabilire prezzo, modello e caratteristiche del veicolo. Una volta conclusa la trattativa il veicolo veniva affidato agli autisti che li portavano a Vilnius per poi passare la frontiera con la Bielorussia.

Tra gli autisti sono stati arrestati R.E., 54 anni di Roma, A.E., 61 anni di Catanzaro, D.O.M., 41 anni di Trapani. In alcuni casi gli stessi procacciatori si prestavano ad effettuare i viaggi per incrementare i propri guadagni.

Tra i membri dell'organizzazione anche C.R., 40 anni di Roma, esperto in informatica, incaricato di predisporre falsi certificati di proprietà del veicolo e atti di vendita. Il falsario, già agli arresti domiciliari, operava da casa avvalendosi di una serie di certificati di proprietà rubati in bianco presso una agenzia di pratiche auto di Roma che aveva digitalizzato.

Le polizie stradali di Palmanova e Udine ritengono che l'organizzazione criminale abbia trattato 53 veicoli per un valore di circa due milioni e 650 mila euro.

(ANSA)
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La strega comanda color color...rosso!

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento