rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Cronaca Cerignola

Rubate in trasferta, auto erano pronte per essere "cannibalizzate" a Cerignola: un arresto e due fermi

Incrementati dai carabinieri i servizi di controllo del territorio finalizzati al contrasto dei fenomeni di furto e riciclaggio di autovetture nella zona ofantina

Nell’ambito dei servizi di controllo del territorio predisposti dalla Compagnia di Cerignola per il contrasto al riciclaggio di auto rubate, nei giorni scorsi i carabinieri hanno tratto in arresto una persona e ne hanno sottoposte altre due a fermo di indiziato di delitto per lo stesso reato.

Martedi scorso, i militari della Sezione Radiomobile, allertati dalla Centrale Operativa della Compagnia di Teramo, hanno intercettato una Opel Crossland X, rubata la notte precedente nel comune abruzzese. I militari, giunti in piazza Bona, guidati dal segnale GPS dell’antifurto satellitare dell’auto  hanno sorpreso all’interno del veicolo Pasquale De Santis, cl.'89, pregiudicato cerignolano, già intento a smontare le parti elettroniche dell'auto. L’uomo è stato immediatamente bloccato dai militari e condotto presso gli uffici del Comando. Accertata la dinamica, il De Santis è stato dunque sottoposto a fermo di indiziato delitto. I militari hanno infine contattato il proprietario, che è stato ben lieto di recarsi presso il Comando Compagnia di Cerignola per recuperare la propria auto, acquistata solo qualche giorno prima.

Nelle campagne del comune ofantino, lo stesso giorno, i militari della Stazione di Cerignola, al termine di una lunga e complessa attività di osservazione, hanno tratto in arresto in flagranza per riciclaggio Carosiello Antonio Junior, cl.'89, pregiudicato cerignolano, e sottoposto a fermo di indiziato di delitto, Antoniciello Matteo, cl. '84, anch'egli cerignolano. I carabinieri, in località Torre Giulia, hanno sorpreso i due intenti a smontare due autovetture risultate oggetto di furto nei giorni precedenti a Recanati (MC). Alla vista dei militari i due ragazzi hanno tentato la fuga, ma il Carosiello prima, e L’antoniciello dopo qualche ora, sono stati presi. Entrambi i soggetti sono stati in seguito, su disposizione dell’A.G., associati presso la Casa Circondariale di Foggia. Anche in questo caso le auto sono state restituite ai legittimi proprietari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rubate in trasferta, auto erano pronte per essere "cannibalizzate" a Cerignola: un arresto e due fermi

FoggiaToday è in caricamento