Migranti aggrediti, lo sdegno di Confindustria Foggia. Rotice è preoccupato: "Atti che danneggiano le nostre aziende"

Per il presidente degli industriali si tratta di azioni che "inficiano anche gli importanti processi di inclusione portati avanti da diverse aziende del nostro territorio". Massima vicinanza e supporto alle vittime

“Le vili, violente e ripetute aggressioni a cittadini extracomunitari richiedono sdegno e fermezza collettiva, perché  la provincia di Foggia è terra accogliente e ospitale che nulla ha da condividere con gli autori dei gravi accadimenti dei giorni scorsi”. Lo dichiara il presidente di Confindustria Foggia, Gianni Rotice, in relazione ai fatti recenti di cronaca avvenuti sul territorio di Capitanata.

“Sono certo che l’azione della Magistratura e delle Forze dell’Ordine saprà assicurare alla Giustizia i responsabili di atti criminali che oltre a generare nell’opinione pubblica internazionale un’immagine della Capitanata non rispondente alla realtà, inficiano anche gli importanti processi di inclusione portati avanti da diverse aziende del nostro territorio, anche in direzione di una certificazione etica di processo e di prodotto nel rispetto delle etnie, delle minoranze e delle situazioni di disagio economico e sociale”.

“Alle vittime delle violenze, alle aziende che sostengono concretamente progetti di inclusione sociale ed alle istituzioni impegnate in tale direzione, Confindustria Foggia ribadisce e partecipa ampio sostegno e collaborazione”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolge e uccide 35enne, scappa ma telecamere e frammenti lo incastrano: arrestato per omicidio stradale

  • Emiliano chiede la 'zona rossa' per la provincia di Foggia: "Qui massima gravità e livello di rischio alto"

  • "Mamma come l'ho combinato". Tutte le vittime della violenta 'Società Foggiana': "Qui le estorsioni devi pagarle a noi"

  • Coronavirus: la Puglia resta in zona arancione

  • Finisce in carcere l'uomo che ha investito e ucciso Vincenzo Maffeo. Aveva portato a riparare il mezzo da un carrozziere

  • Sua moglie è positiva, lui è in isolamento ma va ugualmente a lavorare: segnalato al 112 e multato dai carabinieri

Torna su
FoggiaToday è in caricamento