"Non sappiamo più cosa fare". Ragazzo denuncia aggressione in via Oberty: "Noi residenti terrorizzati da un uomo"

Ultimo episodio, questa mattina, con l'aggressione di una giovane coppia. L’episodio è cristallizzato in una denuncia contro ignoti sporta presso gli uffici della questura di Foggia. Lo sfogo: “Non sappiamo più cosa fare”

Immagine di repertorio

Insulti, aggressioni fisiche, lancio di bottiglie e di pietre contro cose e persone. E' quanto accadrebbe da giorni in via Oberty, alla periferia di Foggia. “C’è un uomo che insulta e aggredisce chiunque gli capiti a tiro nella zona”, denuncia un cittadino: “Questo soggetto gira per il quartiere, insultando ed aggredendo i residenti (anche i bambini) e i passanti, lanciando bottiglie di vetro contro cose e persone”, racconta a FoggiaToday.

Ultimo episodio, in ordine di tempo, questa mattina, quando l’uomo avrebbe aggredito verbalmente una giovane donna e si sarebbe poi scagliato contro il compagno che si era frapposto in sua difesa. L’episodio è cristallizzato in una denuncia contro ignoti sporta presso gli uffici della questura di Foggia. L’uomo - racconta il malcapitato - "ha minacciato senza motivo la mia fidanzata, e nel tentativo di difenderla, ho subito una aggressione fisica (sono stato colpito con un pugno al naso e ho riportato graffi sul braccio)”. 

Per lui i medici del pronto soccorso cittadino hanno stabilito una prognosi di 6 giorni per un trauma contusivo alla piramide nasale. Sul posto è intervenuta la polizia e l’esagitato è stato portato via, “come accade quasi ogni giorno, in ambulanza. Purtroppo stasera sarà nuovamente a piede libero, pronto ad importunare ed aggredire ancora chiunque gli capiti a tiro”, lamenta sconfortato il denunciante.

Nel dettaglio, l’uomo - si legge nella denuncia - si è avvicinato alla giovane coppia “con fare minaccioso”, iniziando ad inveire contro la donna, “farfugliando frasi sconclusionate e minacciandola di andare via”.

Considerando il pericolo, è intervenuto il compagno della donna che, nel tentativo di frapporsi tra lei e l’esagitato, è stato colpito con “un pugno sul naso” che gli ha fatto “perdere per qualche attimo l’equilibrio, provocando escoriazioni anche alle braccia”. 

Durante le fasi della colluttazione, la ragazza ha avuto modo di allertare le forze di polizia; nel frattempo, l’uomo è tornato alla carica “brandendo in mano una bottiglia in vetro di birra”, che ha poi lanciato contro un ignaro passante.

“Qui nel quartiere non sappiamo davvero più cosa fare”, lo sfogo del giovane. “Speriamo che sul caso si possano smuovere le acque", conclude.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sangue nel cuore della movida, colpita con i vetri di una bottiglia e sfregiata a vita: arrestata ragazza di 20 anni

  • Coronavirus: la Puglia resta in zona arancione

  • Sua moglie è positiva, lui è in isolamento ma va ugualmente a lavorare: segnalato al 112 e multato dai carabinieri

  • San Marco in Lamis sotto choc, comunità in lutto per Domenico: "Questo maledetto virus gli ha tolto la vita"

  • Grave episodio in zona via Lucera: auto imbrattata con frasi, disegni volgari e sigle contro la polizia

  • Coronavirus: oggi 32 morti in Puglia e 397 nuovi casi in provincia di Foggia

Torna su
FoggiaToday è in caricamento