rotate-mobile
Cronaca Cerignola / Via Eduardo De Filippo

Shock a Cerignola: accerchiato e aggredito a sprangate titolare di un circolo ricreativo

E' accaduto a Cerignola. La vittima della 'spedizione punitiva' è Nicola Bevilacqua, ora ricoverato a San Giovanni Rotondo nel reparto di chirurgia maxillo-facciale. Indagini in corso

Aggredito e colpito alla testa e al volto con spranghe e mazze ferrate. E’ stata una vera e propria ‘spedizione punitiva’ quella messa a segno ieri sera, poco prima della mezzanotte, ai danni di Nicola Bevilacqua, 54enne cerignolano, fratello del più noto Gerardo Bevilacqua, che si candidò a sindaco del centro ofantino nella passata tornata elettorale rimediando poche centinaia di consensi.

Il fatto è accaduto in via Eduardo De Filippo, all’interno del circolo ricreativo gestito dalla vittima. Secondo le prime informazioni raccolte sul posto sono giunte, a bordo di alcune auto, una decina di persone “armate” di spranghe e mazze ferrate che hanno accerchiato l’uomo e hanno iniziato a colpirlo con inaudita violenza.

I primi ad intervenire sul posto sono stati gli agenti di una pattuglia del Reparto Prevenzione Crimine di Bari e una ambulanza del 118: la vittima è stata trasportata prima all’ospedale Tatarella di Cerignola, poi al ‘Casa Sollievo della Sofferenza’ di San Giovanni Rotondo, dove è tutt’ora ricoverato nel reparto di chirurgia maxillo-facciale, con una prognosi di 30 giorni. Le sue condizioni sono serie, ma non è in pericolo di vita. 

Sull'accaduto sono in corso le indagini degli agenti del commissariato di Cerignola e della squadra mobile di Foggia, che stanno analizzando i filmati dei sistemi di videosorveglianza dell'attività e dell'intera zona. L'uomo è un soggetto noto alle forze di polizia. Al momento non si conoscono i motivi dell’aggressione. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Shock a Cerignola: accerchiato e aggredito a sprangate titolare di un circolo ricreativo

FoggiaToday è in caricamento