Alle Tremiti arriva 'Plastic Free Islands', il progetto per il miglioramento della gestione dei rifiuti sulle isole

Il progetto prevede varie attività concrete da realizzare con il fondamentale contributo degli isolani ed è stato portato avanti anche grazie alla collaborazione dei distributori di prodotti ittici sull'isol

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

La Blu Marine Service di San Benedetto del Tronto sta svolgendo sulle Isole Tremiti un progetto co-finanziato da MedPAN (Mediterranean Protected Areas Network). Il progetto che prende il nome di 'Tremiti Plastic Free Islands', ha come obiettivo generale il miglioramento della gestione dei rifiuti sulle isole e la loro riduzione, nonché l'impegno fondamentale di ridurre l'utilizzo delle plastiche. Il progetto prevede varie attività concrete da realizzare con il fondamentale contributo degli isolani ed è stato portato avanti anche grazie alla collaborazione dei distributori di prodotti ittici sull'isola, di alcune attività di ristorazione e di un centro di immersioni. Al fine di trovare soluzioni alternative all'utilizzo della plastica è stato incentivato l'impiego di un innovativo imballo in materiale biodegradabile e compostabile (Biofoam). Sono state quindi consegnate 500 cassette che verranno utilizzate per far giungere sulle isole, il prodotto ittico proveniente dai porti dell'Adriatico.

Una volta utilizzate, le cassette in Biofoam possono essere conferite nel normale circuito di smaltimento dell'umido ed avviate al compostaggio industriale, dando evidenza di come è sviluppabile anche nel settore ittico l'economia circolare. Si è cercato inoltre, di migliorare la gestione dei rifiuti sull'isola grazie a due attività legate al compostaggio domestico. La prima attività è legata al recupero di rifiuti marini: utilizzando boe dismesse e/o abbandonate dei campi di mitilicoltura, sono stati creati dei compostatori domestici che possono essere impiegati dalla cittadinanza per creare compost dagli scarti della propria cucina. La seconda attività ha riguardato la fornitura gratuita di un innovativo compostatore che non utilizza energia eletttrica (Hotbin), capace di compostare tutti i rifiuti domestici/frazione organica durante tutto l'anno ed in grado di biodegradare anche le bioplastiche. L'attività ha l'obiettivo di valutare tramite questi dispositivi di poter biodegradare e compostare direttamente sull'isola le bioplastiche (piatti bicchieri ed anche le stesse cassette in Biofoam), minimizzando il quantitativo della frazione organica da conferire in discarica. Il progetto è co-finanziato dal French Facility for Global Environment e dalla Fondazione Principe Alberto II di Monaco ed è stato selezionato nell'ambito del MedPAN Regular Call for Small Projects. Blu Marine Service Soc Coop via Cadore, 11 - 63074 San Benedetto del Tronto AP www.blumarineservice.it

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento