menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Campi di impegno e formazione sui beni confiscati alla mafia: anche a Cerignola il progetto ‘E!State Liberi!'

Il progetto mira alla valorizzazione e formazione del riutilizzo sociale dei beni confiscati e sequestrati. Dal 2 al 19 luglio due gruppi di volontari si alterneranno sui due beni confiscati al clan “Piarulli-Ferraro”: “Terra Aut”, gestito dalla Cooperativa Sociale “Altereco”, e il Laboratorio di Legalità “Francesco Marcone”

E!State Liberi! Campi di impegno e formazione sui beni confiscati è un progetto finalizzato alla valorizzazione e alla promozione del riutilizzo sociale dei beni confiscati e sequestrati alle mafie, nonché alla formazione dei partecipanti sui temi dell'antimafia sociale e alla conoscenza dei territori coinvolti, attraverso una settimana di vita di campo, immersi in esperienze di impegno sociale ed approfondimento. Giovani e adulti ogni estate decidono volontariamente di dedicare una settimana delle proprie vacanze ad accompagnare il quotidiano impegno di cooperative sociali ed associazioni nelle reti territoriali dell'antimafia sociale. Nelle circa 50 località sono coinvolte in tutt’Italia, il progetto impatta ogni anno positivamente sui territori coinvolti, portando presenza e partecipazione attiva in contesti in cui si promuove un cambiamento culturale.

L’obiettivo principale dei campi di impegno e formazione sui beni confiscati alle mafie è quello di diffondere una cultura fondata sulla legalità democratica e giustizia sociale che possa efficacemente contrapporsi alla cultura della violenza, del privilegio e del ricatto.

A Cerignola dal 2 al 19 luglio due gruppi di volontari si alterneranno sui due beni confiscati alla mafia al clan “Piarulli-Ferraro” e riutilizzati per scopi sociali: “Terra Aut”, gestito dalla Cooperativa Sociale “Altereco”, e il Laboratorio di Legalità “Francesco Marcone”, gestito dalla Cooperativa Sociale “Pietra di Scarto”. L’attività dei campi si svolge su vari momenti: l’affiancamento all’impegno della realtà che gestisce il bene confiscato o l’attività di risistemazione, lo studio e l’incontro con il territorio per uno scambio interculturale. I partecipanti incontreranno e si confronteranno con i familiari delle vittime di mafia, giornalisti del calibro di Leonardo Palmisano che presenterà il suo libro “mafia caporale”, con le realtà che animano il territorio, con gli operatori delle cooperative sociali, i volontari in Servizio Civile della Caritas della Diocesi di Cerignola- Ascoli Satriano. I campi ospiteranno altresì una tappa del Festival dell'impegno civile, promosso dal comitato “Don Peppe Diana” e altri eventi che vedranno il coinvolgimento di tutti i cittadini Cerignolani e non solo.

“E!State Liberi” non è solo formazione e impegno, è un’esperienza collettiva fatta per conoscere nuovi compagni di viaggio ed essere protagonisti di un cambiamento, costruire una realtà sociale ed economica fondata sulla pratica della cittadinanza attiva e della solidarietà. È il “noi” che si concretizza, si materializza e diventa impegno. Più di 150 campi significano altrettante “palestre di cittadinanza”, dove la democrazia e giustizia sociale si fondano, soprattutto, sulla cooperazione e l’impegno di ciascuno.

E!state Liberi! 2018 – iniziativa promossa da Libera. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie – si realizza in collaborazione con partner Nazionali come: il Corpo Forestale dello Stato e le realtà associative aderenti a LIBERA come AIFO, AGESCI, CNGEI, ARCI, LEGAMBIENTE, GRUPPO ABELE, Cinevomel Foundation, UISP, CGIL, CISL, UIL, FLAI CGIL, SPI CGIL e le associazioni studentesche, il progetto Policoro della Conferenza Episcopale Italiana. Attivamente impegnati sono i coordinamenti territoriali di Libera, tutte le associazioni e realtà cittadine aderenti al presidio locale, importante è il supporto di partner territoriali come VILLA DEMETRA che ogni anno offre i pasti per i nostri campisti, promuovendo la buona cucina della nostra terra; l’ASSOCIAZIONE CASA DI VITTORIO di Cerignola che ci condurrà alla scoperta di uno dei grandi protagonisti della storia Italiana, figlio di questa Terra.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'impianto di compostaggio di San Severo si farà: ha vinto Saitef, il Consiglio di Stato certifica il 'pasticcio' del Comune

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento