"Il Consiglio regionale è fermo al Medioevo"

E' quanto afferma Maddalena Di Natale candidata per le prossime elezioni regionali nella liste della Lega a Foggia.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

Il consiglio regionale si è barricato ancora dietro l'arroganza, l'ignoranza, la mentalità medioevale e, ancora più grave, l'assenza di responsabiltà di una decisione, quella del nuovo testo per la legge elettorale con la doppia preferenza, che andrà comunque approvata per forza di cose e per aderire alle norme Europee al prossimo consiglio dei Ministri a breve!

Leggevo ieri gli aggiornamenti sul consiglio regionale e, a dire la verità ho riso di gusto quando venivo a conoscenza che il consiglio, dopo aver rimandato questa discussione all'ultimo giorno disponibile prima della chiusura, tardavano non solo di cinque ore l'apertura della discussione ma, dulcis in fundo, venivano presentati 2000 emendamenti da passare al vaglio!" sorridendo afferma Maddalena Di Natale candidata per le prossime elezioni regionali nella liste della Lega a Foggia.

E aggiunge: "Il problema più grave è che questo modo di agire e di pensare ha portato la qualità della leadership in politica ad essere sempre più scarsa e sciatta! Con questo, non voglio affermare una qualche superiorità di un genere rispetto ad un altro, ma semplicemente voglio portare all’attenzione che se si potesse selezionare i nostri leader o semplicemente i nostri rappresentanti con una netta parità di opportunità, non solo si offrirebbero molte più possibilità di esprimersi ai talenti nascosti, ma anche selezionarli in un bacino molto più vasto dando la possibilità agli uomini come alle donne di qualità di emergere ed affermare la propria leadership e rappresentanza in un' ottica di uguaglianza e valore effettivo.

La presenza femminile negli organi di amministrazione e controllo della pubblica amministrazione ed in politica, come opportunità, non è solo un pieno riconoscimento per le donne delle loro capacità e competenze, ma anche di una migliore performance per le nostre amministrazioni , grazie alla possibilità di contare su dinamiche di diversity nella propria governance. Purtroppo siamo ancora in alto mare e per questo che esorto ogni giorno i giovani, sia donne che uomini, ad avvicinarsi alla politica, perché la politica è espressione delle nostre idee, sviluppo dei nostri progetti ed amore per la nostra terra!

Torna su
FoggiaToday è in caricamento