Attualità

Festa del 25 aprile, la gaffe del sindaco Landella: "Liberazione dai bombardamenti della Seconda guerra Mondiale"

In occasione delle celebrazioni della Festa della Liberazione il primo cittadino omette ogni riferimento al nazifascismo: "Anche Foggia ricorda questa data come un momento di liberazione dai bombardamenti del secondo conflitto mondiale"

"Oggi l'Italia festeggia il 25 aprile e la sua liberazione dalla Seconda Guerra Mondiale. Anche Foggia ricorda questa data come un momento di liberazione dai bombardamenti del secondo conflitto mondiale". È quanto dichiara il sindaco di Foggia Franco Landella, che nella giornata di oggi ha partecipato in piazza Italia alle celebrazioni per la festa della Liberazione. 

"Spero che l'anniversario che celebriamo oggi possa rappresentare un momento di rinnovata unità e democrazia per il nostro Paese, nel rispetto delle idee di tutti", ha chiosato il primo cittadino.

Nelle dichiarazioni del primo cittadino spicca l'assenza del vero significato della giornata di oggi. Una festa, istituita nell'aprile del 1946, nella quale si celebra la liberazione dell'Italia dall'occupazione nazifascista e non - come affermato dal sindaco - dalla Seconda Guerra Mondiale. Gaffe o semplice omissione? Fatto sta che il commento del sindaco fa quanto meno discutere. 

"No, sindaco Landella, il 25 aprile non è la liberazione dalla guerra o dai bombardamenti, ma la vittoria sul nazifascismo e la dittatura, ottenuta grazie al sacrificio di tanti italiani", ha dichiarato Gianluca Ruotolo, esponente di Articolo Uno, che poi ha aggiunto: "Il rispetto delle idee di tutti non c'entra nulla, serve riprendere in mano qualche testo di storia e magari smetterla di ammiccare a nostalgici e revisionisti". 

"L'Italia è stata liberata dal fascismo. I partigiani hanno combattuto e scacciato i nazifascisti. Se ne faccia una ragione il sindaco leghista al governo della città con gli orgogliosi eredi di chi instaurò e mantenne il regime antilibertario e antidemocratico. Le bombe su Foggia, le migliaia di morti furono causate dalla scellerata scelta di schierare il nostro Paese al fianco di chi pianifico ed eseguì, con spietata lucidità, l'Olocausto. Si vergogni Landella. Buona Liberazione a tutti", il commento del Partito Democratico di Foggia. 

Aggiornato alle 17.32 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Festa del 25 aprile, la gaffe del sindaco Landella: "Liberazione dai bombardamenti della Seconda guerra Mondiale"

FoggiaToday è in caricamento