Attualità

Covid, dal 3 giugno vaccini per tutti. Figliuolo: "20 milioni di dosi a disposizione, rincorsa tra Regioni da evitare"

L'annuncio arriva dal Commissario per l'Emergenza. Ogni Regione dovrà regolarsi sul numero di dosi. Probabile via libera anche alla fascia 12-15 anni

Dal 3 giugno sarà possibile somministrare i vaccini anti Covid a tutta la popolazione, senza dover rispettare il criterio delle fasce di età. È quanto annuncerà una circolare della struttura Commissariale per l'Emergenza di Francesco Figliuolo.

"Dal 3 giugno si darà la possibilità alle Regioni e alle province autonome, a breve partirà una lettera, di aprire su tutte le classi seguendo il piano, utilizzando tutti i punti di somministrazione, anche quelli aziendali". Lo ha detto Figliuolo in visita al centro vaccinale di Umbria Fiere.

"Le dosi a disposizione saranno 20 milioni", ha precisato, e ogni Regione dovrà regolarsi sul numero di dosi, ma quello che bisogna "evitare è la rincorsa tra Regioni per avere più vaccini".

"È molto probabile che dagli inizi della settimana prossima anche l'Aifa darà il via libera al vaccino per il target dai 12 anni ai 15 anni - ha aggiunto- parliamo di circa due milioni e 300mila ragazzi. Nel piano li avevo già previsti a marzo e quindi siamo in grado di procedere anche su questa classe".

"Il 10 maggio l'Fda ha già approvato i vaccini per gli adolescenti, l'Ema li approverà oggi e l'Aifa recepirà questa autorizzazione - nell'arco di un paio di giorni - perché non c'è nessun'altra indicazione preferenziale. C'è già un'età, ci sono già i vaccini e credo che oggi si completerà il ciclo per gli adolescenti dai 12 ai 15 anni. Ci sono 8,5 milioni di adolescenti in questa fascia d'età", ha detto a Sky Tg24 Giorgio Palù, presidente dell'Aifa, ospite di 'Buongiorno'.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, dal 3 giugno vaccini per tutti. Figliuolo: "20 milioni di dosi a disposizione, rincorsa tra Regioni da evitare"

FoggiaToday è in caricamento