menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tamponi a turisti foggiani di rientro dall'estero. La denuncia di De Leonardis: "Mancano laboratori aperti e accreditati"

Covid-19 Coronavirus Foggia. Tamponi oltre le 72 ore "per mancanza di laboratori aperti e accreditati in questo periodo festivo". La denuncia di Giannicola De Leonardis

Giannicola De Leonardis, consigliere regionale dei Fratelli d'Italia, denuncia il ritardo nell'esecuzione dei tamponi ad alcuni turisti foggiani di rientro da una vacanza in paesi che hanno fatto rilevare un preoccupante aumento di contagi: "Come fin troppo prevedibile, sono vittime del caos che regna nella sanità pugliese"

De Leonardis dichiara di aver ricevuto direttamente numerose segnalazioni di persone che attendono un tampone di controllo: "Il governo nazionale che ha disposto il termine ultimativo di 48 ore, mentre quello Emiliano-Lopalco lo ha fatto slittare a 72 ore, ma i tempi sono ancora più dilatati per la mancanza di laboratori aperti e accreditati in questo periodo festivo".

Il consigliere regionale sottolinea l'impossibilità di molti di poter rientrare al lavoro e il rischio di essere etichettati come trasgressori "se decidono di non osservare un'autoquarantena non prevista al momento della loro partenza".

Per De Leonardis "il Covid-19 ha messo a nudo l'improvvisazione e l'inadeguatezza dell'operato di Michele Emiliano, non solo in ambito sanitario. Sempre più preoccupanti, e che alimentano ancora più allarme e confusione".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Alimentazione

Proprietà e benefici delle fave

Attualità

O la si salva o la si uccide

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento