menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Chiesa delle Croci di Foggia, uno dei principali complessi monumentali in stile barocco

La Chiesa delle Croci è situata nel punto d'arrivo dei tratturi che collegavano Foggia con l'Abruzzo

La Chiesa delle Croci risale al 1693 e viene chiamata dagli abitanti del posto con l'appellativo di Cappellone delle Croci. Si tratta di un edificio religioso molto importante, perché è situato precisamente nel punto d'arrivo dei tratturi che collegavano L'Aquila-Foggia e Celano-Foggia, durante la transumanza.

La chiesa delle Croci: le immagini video

Come riportato su Wikipedia, fu eretta sul luogo in cui il padre cappuccino Antonio da Olivadi piantò sette croci lungo il percorso di una processione penitenziale.

La suddetta Via Crucis venne organizzata per allontanare la carestia che si era diffusa su tutto il territorio del Tavoliere delle Puglie a causa della siccità; infatti, si narra che al termine della processione un forte temporale si abbatté sulla città. Oggi, dove un tempo erano posizionate le croci si trovano i cinque monumenti di cui è composto il complesso, in quanto due furono abbattuti per far posto alla Chiesa.

Tutta la struttura è formata da un arco trionfale in stile barocco, cinque cappelle più una chiesa con pianta a croce latina. L'interno della chiesa conserva la reliquia del S. Legno della Croce di Gesù, più una tela di scuola napoletana che raffigura la Salita al Calvario.

Sotto la chiesa, invece, vi è una cripta dove sono custodite le spoglie dei soldati della I guerra mondiale, e secondo la storia si narra che all'interno della cripta si svolgevano le riunioni dei carbonari dauni nel periodo del Risorgimento.

Fonti: Wikipedia; Turismo.it

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento