Anche Franco Lorenzoni e Nuccio Ordine a Foggia, per il Premio “I fiori blu”

Dopo un primo appuntamento partecipato ed entusiasmante, continuano a Foggia gli appuntamenti con il Premio “I fiori blu”, nato su iniziativa dell’associazione culturale “I fiori blu” con il partenariato di Biblioteca “La Magna Capitana” e Università di Foggia.

Lunedì 17 febbraio, a partire dalle 16.30, nella Sala Narrativa della Biblioteca regionale “La Magna Capitana”, si terrà il secondo dei tre appuntamenti organizzati per presentare le opere dei sedici autori candidati alla prima edizione del Premio. Due gli autori previsti, entrambi per la sezione saggistica.

A inaugurare il pomeriggio, alle 16.30, il maestro Franco Lorenzoni, autore de “I bambini ci guardano” (Sellerio Editore). Lorenzoni è fondatore ad Amelia della Casa-laboratorio di Cenci, un centro di sperimentazione educativa che ricerca intorno a temi ecologici, scientifici, interculturali e di inclusione. Un’attività per la quale, nel 2011, ha ricevuto il Premio Lo Straniero, assieme a Roberta Passoni. Collabora con le riviste «Internazionale», «Cooperazione Educativa», «Gli Asini», «La Vita Scolastica» e «Comune-info». Nei suoi libri racconta il tempo quotidiano delle classi elementari dove insegna, unendo il diario di esperienze didattiche ricche di dialoghi tra bambine e bambini, con una grande quantità di storie e ritratti individuali. Al centro de “I bambini ci guardano” c’è la scoperta del dramma dell’emigrazione, suscitata dalla foto del piccolo Aylan, trovato esanime sulla spiaggia di un’isola greca. A partire da quella immagine, la classe ha allargato il lavoro e la riflessione su violenza, guerra e discriminazioni nella storia, confrontandosi anche con l’arrivo in paese di una decina di profughi.

Alle 18.30, sempre per la sezione saggistica, sarà la volta di Nuccio Ordine con il suo “Gli uomini non sono isole” (La nave di Teseo). La solidarietà e l’umanità si imparano anche attraverso la letteratura. Vivere per gli altri è una opportunità, concentrarsi sul proprio io è pura miseria. Nuccio Ordine dimostra come, passando per decine di autori (da Ariosto a Virginia Woolf, da Petrarca a Conrad, da Cicerone a Cechov a Gramsci, e poi ancora Dickinson, Hemingway, Ibsen, Shakespeare e tanti altri), i sentimenti di condivisione e altruismo abbiano attraversato la storia dell’uomo e della letteratura. <<Se si è indifferenti alle sofferenze altrui – scrive - vuol dire che il legame con l’umanità si è reciso e che, di conseguenza, abbiamo rinunciato a essere uomini>>. 

Le presentazioni delle opere candidate al Premio “I fiori blu” continueranno sabato 22 febbraio nella Biblioteca regionale “La Magna Capitana”.

In queste settimane una Giuria Popolare, composta dai referenti di gruppi di lettori di diversa estrazione della società civile (associazioni culturali, librerie, biblioteche, presidi del libro, compagnie teatrali, club di servizio, corpo insegnanti delle scuole di ogni ordine e grado), sarà chiamata a indicare due preferenze, allo scopo di determinare la rosa dei sei titoli finalisti.

Su questi sei finalisti dovrà pronunciarsi entro il 28 marzo una Giuria Tecnica composta da personalità di altro profilo nel panorama culturale italiano come Ritanna Armeni, Pierluigi Battista, Marco Ferrante, Paolo Mieli, Sandra Petrignani, Lidia Ravera e Silvia Truzzi.

È possibile consultare tutti i libri candidati al Premio, in prestito, presso la Biblioteca.

La cerimonia di premiazione si terrà il 28 aprile nel Teatro Umberto Giordano di Foggia.  Il Comitato esecutivo del Premio si riserva di decidere se assegnare anche un Premio Speciale della Giuria Popolare.

Il premio “I fiori blu” che vanta il sostegno del CEPELL – Centro per il libro e la lettura, è patrocinato da Regione Puglia, Provincia di Foggia, Comune di Foggia - assessorato alla Cultura, e Teatro Pubblico Pugliese.

Informazioni sul sito: www.premioifioriblu.com

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Incontri, potrebbe interessarti

I più visti

  • Fase 2, la galleria della Fondazione riapre al pubblico: prorogata al 20 giugno la mostra di Matteo Manduzio

    • Gratis
    • dal 25 maggio al 20 giugno 2020
    • Fondazione dei Monti Uniti
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    FoggiaToday è in caricamento