Caparezza chiude 'Suonincava', e già si pensa alla prossima edizione

Nei prossimi giorni, gli organizzatori si metteranno a lavoro per riportare la manifestazione nella sua location storica e naturale: Cava Pizzicoli. E sul futuro della kermesse musicale si mobilitano gli artisti

Caparezza in concerto a Foggia

Per l’ultima serata di “Suonincava”, gli organizzatori aspettavano un migliaio di persone, ma le presenze ai cancelli, già dal pomeriggio, lasciavano presagire che il pubblico di Caparezza sarebbe stato almeno il doppio. E così è stato.

Gli spettatori sono arrivati da tutta la Puglia per assistere al concerto di Michele Salvemini, in arte Caparezza, e molti di loro erano in vacanza sul Gargano o nel vicino Salento. Oltre 2mila persone (il dato definitivo si avrà dalla Siae a giorni) hanno assistito alla tappa foggiana del quarto “capitolo” de L’eretico Tour 2012, ovvero “L’estinzione”, nell’ampio spazio del campo da rugby del centro universitario sportivo. Con quindici euro - il costo del biglietto – si sono assicurati due ore di musica e spettacolo, durante le quali Caparezza ha presentato i suoi brani più celebri, intervallati da siparietti satirici sulla realtà - affatto semplice, indubbiamente singolare – del Belpaese: Il dito medio di Galileo, Cose che non capisco, La fine di Gaia, Legalize the premier e La fitta sassaiola dell’ingiuria, solo per citarne alcuni, prima di avviarsi verso il gran finale con Io vengo dalla luna e Vieni a ballare in Puglia, trovando facile sponda nel pubblico presente. “Bel pubblico, bella serata, bel concerto – ha detto tra i saluti il rapper molfettese – per un evento che è stato spostato di città in città come una pedina nel Risiko”. Impossibile dargli torto: la tappa foggiana de “L’Eretico Tour”, infatti, era prevista inizialmente ad Apricena – sede storica e “naturale” della kermesse - poi a Manfredonia e infine confermata, in “zona Cesarini”, a Foggia, negli impianti sportivi del CUS. Location gradita allo stesso Salvemini che tra il sound check e l’esibizione live ha chiesto un pallone da basket per misurarsi con dei lanci liberi. E’ stato proprio il sito di Caparezza a “tradire”, in un certo senso, le intenzioni degli organizzatori di “Suonincava” nel loro ultimo tentativo di salvare una delle più apprezzate kermesse musicali del territorio presentandone, per primi, l’inedita location della tredicesima edizione.

E’ stata una delle edizioni più difficili – ha spiegato Nunzio Francalancia, presidente dell’omonima associazione culturale che organizza il festival –  e il fatto di aver potuto ufficializzare il programma, con date e location certe, a ridosso dell’inizio della manifestazione non ci ha permesso di pianificare una promozione degli eventi su scala nazionale, come avveniva negli anni passati”, quando i programmi venivano esposti anche nelle stazioni, negli aeroporti e nelle agenzie turistiche di tutt’Italia. Che fosse un’edizione di transizione, si sapeva dall’inizio e tutti, tra gli organizzatori, hanno ribadito l’importanza di non spezzare l’importante tradizione di Suonincava, pur dovendo rinunciare (si spera solo momentaneamente) alla suggestione e alla straordinaria eco della Cava Pizzicoli.

A tal proposito, Francalancia assicura: “ci metteremo prestissimo a lavoro affinché la manifestazione possa tornare ad Apricena, dove la suggestione della cava rende unica ogni esibizione. Nei prossimi giorni cercheremo di incontrare i referenti degli enti e delle istituzioni che sostengono il festival per capire come muoverci per il prossimo anno, e prenderemo contatti con alcuni privati”. A sostenere le ragioni della kermesse musicale, ci sono anche gli artisti che, quest’anno, si sono esibiti per il pubblico foggiano, come Gegè Telesforo, Caparezza e Alessandro Haber. “Ma non solo: molti degli oltre 60 artisti che si sono esibiti ad Apricena nel corso delle 13 edizioni della rassegna, si sono detti pronti a scendere in campo e manifestare a favore di Suonincava, organizzando una maratona per la cultura e la qualità degli spettacoli musicali”, conclude Francalancia. Tra questi i musicisti della PFM e Banda Bardò, Roy Paci, Haber e Caparezza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus più sfuggente, in Puglia "il tracciamento salta" ma il sistema sanitario regge: non si escludono singoli lockdown

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • Covid, verso il nuovo Dpcm: coprifuoco tra le 22 e 23. Rischiano la chiusura parrucchieri, estetisti, cinema e teatro

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • In serata il nuovo Dpcm Conte: stretta sulla movida e ipotesi coprifuoco. A rischio sport dilettantisti, cinema e teatro

  • Coronavirus, quattro 'zone rosse' e 5 amaranto in Capitanata. Focolai rsa e covid-positivi in più della metà dei comuni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento