Forze dell'ordine sui treni pugliesi per la sicurezza dei passeggeri: firmato il protocollo, si parte a febbraio

Sinergia tra capitreno e agenti per avere più sicurezza a bordo dei treni regionali. E' l’obiettivo dell’accordo siglato questa mattina dall’Assessore regionale Giannini, Forze dell’Ordine e Trenitalia Puglia

Sinergia tra capitreno e agenti delle Forze dell’Ordine per avere più sicurezza a bordo dei treni regionali pugliesi. Questo l’obiettivo dell’accordo siglato questa mattina dall’Assessore regionale ai Trasporti, Giovanni Giannini, dalle Forze dell’Ordine e da Trenitalia Puglia.

Il protocollo prevede che gli agenti di pubblica sicurezza possano viaggiare su tutti i treni regionali beneficiando di una tariffa agevolata valida per gli abbonamenti. Una volta saliti sul treno, gli agenti si registrano su una APP per segnalare al capotreno la loro presenza a bordo. In caso di necessità il capotreno potrà così inviare loro, attraverso un click, una richiesta di intervento e avvalersi di un supporto delle Forze dell’Ordine per contrastare eventuali reati.

Trenitalia, insieme a Regione Puglia, monitorerà nei prossimi mesi l’efficacia del modello che sarà attivo dal prossimo febbraio.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Foggia usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sangue nel cuore della movida, colpita con i vetri di una bottiglia e sfregiata a vita: arrestata ragazza di 20 anni

  • Tragedia sul lavoro in provincia di Foggia: agricoltore travolto e ucciso da un muletto

  • Attimi di terrore in un supermercato: irrompono malviventi, durante la rapina minacciano e tentano di colpire cassiera

  • Grave episodio in zona via Lucera: auto imbrattata con frasi, disegni volgari e sigle contro la polizia

  • Spaventoso incidente in via Castiglione: ragazza abbatte tubo del gas e si schianta contro una farmacia agricola

  • Addio al dott. Michele Urbano, la Capitanata piange la scomparsa di un professionista "serio e laborioso"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento