Giovedì, 28 Ottobre 2021
Economia

Parcheggi occupati? Disabili ‘dirottati’ sulle strisce blu (senza mezzo ad hoc solo per 15 minuti)

Annecchino si dichiara indipendente, NCD assente. Nicola Russo e Antonio Vigiano non votano. Landella: "Sono sicuro che su 7mila pass disabili rilasciati, quelli corrispondenti ad un reale bisogno non sono più di 100"

I disabili potranno parcheggiare gratuitamente nelle strisce blu per soli 15 minuti. Dopodiché, dovranno pagare. È uno dei due emendamenti al regolamento di sosta tariffata (a firma della maggioranza) approvati oggi dall'amministrazione Landella dopo le polemiche dei mesi scorsi, all'indomani dell'introduzione del pagamento anche per questa categoria, prima esentata. Il secondo riguarda coloro che, invece, possiedono un mezzo di trasporto ad hoc: sono gli unici che potranno usufruire della gratuità totale delle arterie foggiane.

Per il resto, appunto, si paga. Lo ha detto oggi a chiare lettere il sindaco Landella, in un intervento molto acceso: "Direttore e presidente di ATAF S.p.A ci hanno confermato che il piano economico-finanziario non regge ed abbiamo il dovere di intervenire. Io sono sicuro che su 7mila pass disabili rilasciati (a fronte di 5mila stalli, ndr), quelli corrispondenti ad un reale bisogno non siano più di 100. Sono pronto a scommettere. Da domani mi riservo di incontrarvi uno per uno, di istituire una commissione di valutazione se è il caso, di mettere a vostra disposizione finanche un pulmino per accompagnare i vostri figli. Ma non si può consentire che in un momento di estrema difficoltà vi siano ancora sacche di furbizia. E chi strumentalizza questa situazione - ha proseguito - è in malafede: non si fa politica sulla povera gente".

LE DICHIARAZIONI DI FRANCO LANDELLA

Commissione, appunto, che da domani ci sarà. E sarà formata da consiglieri tanto della maggioranza quanto della opposizione e dai dirigenti. "Posto che si tratta di commissioni inutili, i consiglieri non hanno le competenze per valutare lo stato clinico di un disabile" la replica di Augusto Marasco dai banchi della opposizione. Opposizione che si è vista rispedire al mittente il suo emendamento che mirava alla totale gratuità per la categoria. "Lo sa il sindaco che si tratta di emendamenti che confliggono con la normativa europea in materia e che, con tutta probabilità, renderanno necessario un doppio pass?" l'attacco dei Fratelli di Italia con Giuseppe Mainiero, che ha posto in evidenza come l'emendamento dei 15 minuti manchi della firma del dirigente della Polizia Municipale, Romeo Delle Noci.

"Abbiamo il visto del dirigente alle aziende partecipate, Angelo Masciello" la replica di Paolo La Torre, consigliere di Forza Italia e, assieme a Joseph Splendido di Civica per la CapitAmata, firmatario del primo emendamento. Quello sui 15 minuti di gratuità appunto. "Lo si dica e lo si scriva: è un intervento migliorativo rispetto alla prima formulazione del testo".

E però, dai rispettivi gruppi, c'è chi non vota: lascia l'aula, in totale di disaccordo, l'azzurro Nicola Russo ("i disabili non devono pagare, ATAF non può fare cassa sulle loro spalle") e Antonio Vigiano, della stessa corrente di Splendido. Alla fine, seppur pochi (solo 13, ma l'opposizione non fa meglio, assente in gran numero), i voti ci sono. E possono contare anche su quelli di Antonio Annecchino, che proprio oggi ha dichiarato la sua indipendenza dal gruppo di Fitto: salutati i CoR e l'opposizione,  Annecchino ha mostrato col voto di oggi da che parte intende stare.

Una notizia politica positiva per il sindaco che va a compensare l'assenza, tra i banchi della maggioranza, dei consiglieri Ncd. Tutti e quattro, in blocco. Quale mal di pancia celano, questa volta? "Mi auguro che la loro assenza in contemporanea sia una coincidenza" dichiara Landella a Foggiatoday, "se si tratta di altro, io non so. E comunque - garantisce il primo cittadino - riceverebbero una reazione opposta da parte mia".

"Interessi" sibila un consigliere. L'assessore Erminia Roberto, ad ogni modo, era tra i banchi della giunta e tanto basta per osservare se non una frattura, un camminare in ordine sparso del gruppo di Franco Di Giuseppe e Giannicola De Leonardis. La seduta si scioglie sul secondo accapo: manca il numero legale, tutti a casa.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parcheggi occupati? Disabili ‘dirottati’ sulle strisce blu (senza mezzo ad hoc solo per 15 minuti)

FoggiaToday è in caricamento