Casa riposo Masselli di San Severo, Fisascat Cisl: “Grave disagio lavoratori Cogess”

Leonardo Piacquaddio: “Retribuzioni ridotte, diminuzione orario di lavoro e mancato riconoscimento assegni familiari, sono solo alcune inadempienze consumate dall’azienda”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

Il sindacato Fisascat Cisl denuncia il grave disagio dei 30 lavoratori della Cogess, la Cooperativa di Gestioni e Servizi, che opera al servizio degli anziani ospiti della Casa di Riposo “C. Masselli ” di San Severo (pulizia locali e aree comuni, assistenza, preparazione e somministrazione pasti, servizio infermieristico e geriatrico).

“Troppe sono le inadempienze consumate in questi anni dall’azienda – afferma Leonardo Piacquaddio, segretario generale della Fisascat di Foggia – a partire dalle retribuzioni, ridotte mensilmente di circa il 50%, e dalla diminuzione ad alcuni dipendenti dell’orario lavorativo, senza alcuna comunicazione al sindacato che li rappresenta; sino al mancato riconoscimento degli assegni famigliari, autorizzati dall'Inps ma non erogati, tanto che per qualche caso – aggiunge il sindacalista - si è fatto ricorso all'Ufficio Provinciale del Lavoro per imporre tale dovere al presidente della Cogess”.

E' dal lontano 2009 che la Fisascat “è impegnata a riportare la vertenza nel giusto alveo, chiedendo il rispetto del contratto in materia di sicurezza degli ambienti di lavoro e di riconoscimento delle relazioni sindacali (legge 300/70).  Pur firmando verbali di accordo, sia in sede sindacale che istituzionale presso l'Ufficio Politiche del Lavoro della Provincia, la Cogess puntualmente li disattende”, riferisce il sindacato. “La serenità dell'ambiente lavorativo è compromessa e sono ormai non più tollerabili – afferma Piacquaddio - le vessazioni nei confronti dei lavoratori, i quali operano – sottolinea il sindacato - al servizio di gente anziana che abbisogna di particolari attenzioni, per la naturale fragilità a cui va incontro col passare degli anni”. Pertanto, la Fisascat auspica una rapida e positiva risoluzione della vertenza."



 

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento