Gruppo Cicolella, i sindacati: “Scongiurati i licenziamenti”

Fai Cisl, Flai Cgil e Uila Uil: “Cassa integrazione in deroga fino a dicembre”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

Dopo un lungo confronto tra l’azienda e le Organizzazioni Sindacali Fai Cisl, Flai Cgil e Uila Uil ieri è stato sottoscritto, presso il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, il verbale di accordo per la concessione della Cassa Integrazione Guadagni in deroga, dal 1 luglio 2012 al 31 dicembre 2012, per i 242 lavoratori dei siti di Molfetta/Terlizzi, Candela e Melfi, coinvolti dalla procedura di licenziamenti collettivi avviata dall’azienda. Procedura di licenziamenti che l’Azienda ha ritirato.

Soddisfazione da parte di FAI, FLAI e UILA per il positivo risultato raggiunto, grazie anche all’efficace ruolo di mediazione del Ministero e delle Regioni Basilicata e Puglia, anche se le preoccupazioni, per la tenuta occupazionale dal 2013, sono ancora tutte presenti in quanto la G.C. Partecipazioni ha ribadito la necessità strutturale di riduzione del personale.

Importante, nell’iter per il raggiungimento dell’accordo presso il Ministero, è stato il contributo dato dai parlamentari coinvolti, dai sindaci e dai consigli comunali di Molfetta, Terlizzi e Ruvo di Puglia, nonché dalla Prefettura di Bari.

Questa nuova concessione di Cassa Integrazione in deroga è funzionale alla ripresa e al completamento del confronto sul piano di riorganizzazione aziendale, con l’obiettivo di pervenire ad un accordo entro il prossimo 20 settembre 2012.

Impegno delle Regioni Basilicata e Puglia a coadiuvare le parti in tale percorso, anche mettendo a disposizione appositi programmi di politica attiva tesi alla riqualificazione professionale dei lavoratori.

L’accordo raggiunto in sede ministeriale permette alle famiglie, coinvolte in questa crisi aziendale, di avere altri sei mesi di sostegno al reddito, in territori del nostro paese duramente colpiti dalla più generale crisi che investe l’Italia.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento