Lunedì, 2 Agosto 2021
Economia

I russi cominciano a prenderci gusto. La Puglia piace sempre più. Emiliano: "Pronti a fare accordi in tutti i campi"

Emiliano allo Spief. La Puglia è la regione ospite d’onore di questa 24esima edizione del Forum. La federazione russa è inserita nell’elenco dei mercati target della Regione

“La Puglia e la Russia dal 4 giugno più vicine grazie alla riattivazione del volo diretto Mosca Bari. Su quel volo viaggeranno i turisti insieme a tante occasioni di business, investimenti e scambi per il nostro territorio”. Lo ha annunciato il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano nella giornata di apertura dello Spief - St. Petersburg International Economic Forum, il summit economico internazionale tra i più importanti del mondo, ai microfoni del Pervyj kanal, il canale 1 della Tv di stato russa. 

La Puglia è la regione ospite d’onore di questa 24esima edizione del Forum. La federazione russa è inserita nell’elenco dei mercati target della Regione Puglia. La crescita di questo mercato in questi anni è frutto di una attenta programmazione da parte della Regione, come risulta dal Piano Strategico del Turismo Puglia365 e dall’ultimo piano triennale per l’internazionalizzazione, a cui ha fatto seguito la DGR 1200/2018. I dati dell’Osservatorio evidenziano come il mercato russo, nonostante il permanere delle limitazioni ai viaggi a causa della pandemia, rappresenti un potenziale enorme di crescita per la Puglia: performance eccezionali hanno già caratterizzato il 2019, anno in cui gli arrivi dei turisti russi in regione sono incrementati del 44,9% rispetto all’anno precedente, superando la soglia delle 100mila presenze e, addirittura, raddoppiando i valori del 2017 (57.000 unità).

La previsione per la fase di ripresa post-pandemica resta positiva grazie alla riattivazione del volo diretto Bari-Mosca ad opera della Siberian Airlines (S7) a partire dal 4 giugno prossimo e grazie al crescente interesse dei tour operator nazionali sempre più inclini nel proporre la Puglia alla propria clientela quale destinazione autentica e ricercata.

“I viaggiatori russi stanno cambiando il loro approccio al viaggio – spiega Francesco Muciaccia responsabile mercati Extra-UE di Pugliapromozione - anche quando scelgono la Puglia come meta: ai pellegrini intenti solo a visitare la Basilica di San Nicola, si è giunti alla maturità della destinazione raggiungendo target sempre più ampi. Giovani coppie e famiglie (FIT’s) dall’alto profilo culturale e con buona capacità di spesa scelgono la Puglia per le proprie vacanze, non solo grazie ai voli diretti, ma soprattutto alla crescente popolarità della destinazione come luogo esclusivo e autentico, lontano dai flussi di massa. Per il prossimo triennio sarà necessario continuare sul percorso tracciato puntando al miglioramento dell’offerta e al potenziamento delle azioni di comunicazione in maniera mirata, fornendo ulteriore impulso agli scambi culturali e alle iniziative di cooperazione bilaterale attivate con successo negli ultimi anni”.

Dal prossimo 4 giugno la compagnia russa S7 Airlines ripristinerà il volo di linea tra Bari e Mosca. Il collegamento avrà inizialmente una frequenza settimanale, ogni venerdì, e verrà operato con un aeromobile B737-800. La ripresa del volo diretto assume un valore strategico per il consolidamento degli storici rapporti che legano la Puglia con la Russia e coincide con un allentamento della morsa dell’emergenza pandemica che aveva portato alla sua sospensione. Nel periodo pre-covid i voli su Mosca avevano registrato eccellenti risultati: in un solo anno di attività oltre a un incremento delle frequenze e del traffico passeggeri, si erano determinate le condizioni perché sulla destinazione Mosca, oltre a S7, si aggiungesse il vettore Pobeda (gruppo Aeroflot). Un successo testimoniato, come detto, dai dati di traffico registrati nel 2019, con oltre 52.000 passeggeri trasportati

Nel network internazionale della rete aeroportuale pugliese, Mosca rappresenta senza dubbio una delle destinazioni più importanti, per motivazioni che vanno al di là delle semplici motivazioni economiche, e che si fondano anche sulle consolidate relazioni istituzionali, sociali, culturali e storiche che da sempre uniscono queste terre.

La ripresa del volo, peraltro, si inserisce in un più ampio programma di rafforzamento delle strategie commerciali focalizzate su un ulteriore incremento dei collegamenti su altre destinazioni del mercato russo caratterizzato da interessanti prospettive di crescita e che guarda da sempre con attenzione alla “destinazione Puglia”. Una strategia di sviluppo che per Aeroporti di Puglia rappresenta uno degli obiettivi primari di fondamentale importanza.

La delegazione pugliese di imprenditori, insieme all’assessore allo Sviluppo economico Alessandro Delli Noci e alla direttrice del Dipartimento Gianna Elisa Berlingerio, è impegnata oggi negli incontri b2b con operatori russi specialmente nei campi dell’innovazione, salute e tech. Di grande rilievo la partecipazione al Forum internazionale delle Piccole e Medie imprese (sessione Italian lessons: small and medium-sized business on the path to a circular economy”).

La Puglia è protagonista dello Spief anche a tavola: il ristorante italiano del Forum “La stella d’Italia” per questa edizione offre al pubblico internazionale un menu pugliese, ideato dallo chef stellato Domingo Schingaro del Ristorante Due Camini di Borgo Egnazia, a Fasano. Lo chef propone una selezione interamente dedicata alla tradizione più autentica, con piatti storici della nostra cultura come le orecchiette, la brasciola e il pasticciotto.

Nel grande ristorante del forum vengono proiettati video che mostrano la Puglia in tutta la sua bellezza e nelle sue eccellenze enogastronomiche. 

Il presidente della Regione Emiliano, ha incontrato il Governatore della Regione di Tomsk Sergei Zhvachkin. “C’è un grande desiderio di connettere le nostre aziende - ha detto il Governatore della Regione di Tomsk Sergei Zhvachkin - con un interesse particolare ai settori della moda, del cinema, dell’innovazione. Tomsk è una capitale universitaria che ospita studenti di 90 nazioni compresa l’Italia. Con la vostra esperienza e collaborazione possiamo migliorare e crescere. Per la Puglia, Tomsk può essere una regione di collegamento con tutta l’Asia”. 

“Oggi qui c’è soprattutto il cuore e la felicità di incontrarsi - ha detto Emiliano - Sono convinto che l’economia venga dopo l’amicizia. E noi siamo molto determinati nel rafforzare l’amicizia con la Federazione Russa. Nonostante tante difficoltà, negli ultimi 15 anni abbiamo vissuto momenti storici insieme: il vertice italo-russo che si è tenuto in Puglia alla presenza dei presidenti Prodi e Putin nel 2007, la restituzione delle chiavi della Chiesa russa di Bari al Patriarcato di Mosca nel 2009 con i presidenti Napolitano e Medvedev, il viaggio della reliquia di San Nicola a Mosca e San Pietroburgo che ha coinvolto milioni di fedeli.  Per noi questa amicizia affonda le radici in un antichissimo canto russo che prega per la felicità della nostra terra. E quindi ogni collaborazione economica è un momento di grande felicità e gratitudine. Noi siamo pronti a fare accordi in tutti i campi che il Governatore ha citato”.

Il presidente Emiliano ha donato un sigillo di San Nicola e ha ricevuto dal Governatore di Tomsk una scultura in legno.   

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I russi cominciano a prenderci gusto. La Puglia piace sempre più. Emiliano: "Pronti a fare accordi in tutti i campi"

FoggiaToday è in caricamento