menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rapporto ‘Cassa Depositi e Prestiti’ riaccende il desiderio di ‘Gino Lisa’

Giannicola De Leonardis: “Lo studio della Cassa Depositi e Prestiti non ha fatto altro che ribadire ciò che sosteniamo e rivendichiamo da anni”

“L’aeroporto ‘Gino Lisa’ di Foggia non solo non è inutile, ma riveste un ruolo strategico per il nord della Puglia e per la regione nel suo complesso”. E’ quanto afferma Giannicola De Leonardis dopo l’uscita de ‘Il sistema aeroportuale italiano”, lo studio della ‘Cassa Depositi e Prestiti’, che “analizza il settore della gestione degli scali aeroportuali e l’impatto che su questo ha prodotto il processo di liberalizzazione del traffico aereo anche al fine di individuare le azioni da adottare per assicurare al Paese un adeguato grado di connettività e una rete aeroportuale efficiente”.

“Lo studio della Cassa Depositi e Prestiti non ha fatto altro che ribadire ciò che sosteniamo e rivendichiamo da anni” prosegue il consigliere regionale foggiano. Il rapporto – che si articola in sei capitoli – “muove dalla valutazione della rilevanza economica e sociale connessa alla presenza di uno scalo aeroportuale su uno specifico territorio, e, prosegue esaminando la performance del sistema aeroportuale italiano anche nel contesto competitivo europeo e internazionale”.

Aggiunge il capogruppo in via Capruzzi del ‘Movimento Schittulli-Area Popolare’: “Il suo rilancio è indispensabile, così come è indispensabile un’impostazione di fondo ben definita da parte della nuova amministrazione regionale per dare seguito agli  impegni assunti da tempo e finora disattesi, a partire dall’allungamento della pista di atterraggio e decollo, premessa fondamentale per la piena operatività e competitività dello scalo. Con il coinvolgimento concreto dei due assessori espressione del territorio di Capitanata, e ovviamente l’intervento dell’assessore al ramo Giannini e del presidente Emiliano, è opportuno allora voltare pagina su ritardi, strumentalizzazioni e polemiche, e fare il punto concretamente sull’attuale situazione dell’aeroporto foggiano. Per poi fissare e rispettare una tempistica precisa dei passaggi da affrontare e superare per arrivare all’apertura del cantiere tanto atteso, senza tentennamenti e ambiguità”.

Il rapporto della Cassa Depositi e Prestiti riaccende quindi la voglia di Gino Lisa. Conclude De Leonardis: “Il rilancio e il futuro del nostro territorio non possono prescindere dalla sua infrastruttura più importante”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento