Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO | Ruspe sulla 'pista', atto secondo. La Prefettura assicura: "L'obiettivo è smantellare l'intero insediamento"

Ruspe in azione sul ghetto della 'pista' di Borgo Mezzanone. Il Prefetto di Foggia ha disposto, oggi,  la demolizione di diversi manufatti occupati o realizzati abusivamente su suolo pubblico, nell'area della ex pista dell'Aeronautica Militare, in località Borgo Mezzanone.

 

Il provvedimento è stato adottato previa acquisizione dell'autorizzazione della Procura della Repubblica di Foggia e in sinergia con la stessa Autorità Giudiziaria: infatti, sempre oggi, gli stessi manufatti erano stati sottoposti a sequestro preventivo, disposto dal G.I.P. su richiesta della stessa Procura, essendovi state accertate lo svolgimento di attività illecite quali la prostituzione e la vendita abusiva di prodotti di non meglio specificata provenienza.

L'attività odierna rappresenta la prosecuzione delle attività effettuate lo scorso 20 febbraio ed è finalizzata a eliminare le situazioni di illegalità riscontrate e impedire che le stesse possano proseguire o essere reiterate. Le operazioni di demolizione sono state eseguite dai militari dell' 11° Genio Guastatori di Foggia e sono state coordinate da un'apposita cabina di regia, insediatasi da questa mattina nel C.A.R.A. Il Questore di Foggia ha disposto e coordinato un complesso servizio di ordine pubblico.

"L'odierna operazione - spiegano dalla Prefettura - si inquadra ed è espressione di una più complessa pianificazione, tesa al progressivo smantellamento dell'insediamento spontaneo, e deve quindi considerarsi una fase intermedia e certamente non esaustiva di tale pianificazione. L'obiettivo finale è quello di superare la nota situazione di illegalità e di degrado, con il progressivo smantellamento dell'insediamento spontaneo e la sistemazione alloggiativa degli immigrati ivi dimoranti, regolarmente soggiornanti sul territorio nazionale, con l'ausilio e il supporto della Regione Puglia". 

Potrebbe Interessarti

Torna su
FoggiaToday è in caricamento