Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

VIDEO | Le ruspe tornano sulla 'pista' per demolire 'case d'appuntamento' e bazar

Secondo accesso degli uomini dello Stato – circa 200, tra polizia, carabinieri, guardia di finanza ed esercito – nella cosiddetta ‘pista’ di Borgo Mezzanone, il ghetto che sorge a ridosso del Centro Accoglienza per Richiedenti Asilo che, allo stato, ospita alcune centinaia di migranti.

 

Dopo il blitz dello scorso 20 febbraio, le ruspe sono tornate in azione nella borgata in agro di Manfredonia, per abbattere altri manufatti abusivi “circoli del malaffare” in cui, si ritiene, vengano consumate attività illecite.

Tra queste, una “casa d’appuntamenti” e un locale notturno con con annesso bar per la distribuzione di alcolici, dove si svolgeva attività di prostituzione (e quindi sfruttamento della stessa). Nel mirino delle attività, coordinate dalla Procura di Foggia, anche attività pseudo-commerciali come un bazar e un’altra attività commerciale.

In corso la revisione dei manufatti anche da parte dei tecnici dell’Enel, che stanno verificando la presenza di allacci abusivi alla linea generale dell’energia elettrica che costituiscono una grave fonte di pericolo. Dopo gli abbattimenti, le attività di bonifica proseguiranno per i prossimi giorni | IL VIDEO

Potrebbe Interessarti

Torna su
FoggiaToday è in caricamento