rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Cronaca

'Armato' di lametta si provoca ferite sulle braccia. Senzatetto salvato dai poliziotti: "Sono solo ed emarginato"

Agli agenti, l'uomo ha raccontato lo stato di solitudine, di difficoltà e di emarginazione in cui vive. L'opera di conforto e di persuasione operata dai poliziotti ha condotto l'uomo a disfarsi della lametta, evitando che lo stesso si procurasse ulteriori ferite o che facesse del male ad altre persone

'Armato' di lametta si provoca ferite alle braccia. Attimi di panico, la scorsa domenica mattina, nei pressi degli Ospedali Riuniti di Foggia: un senzatetto di 64 anni, in preda alla solitudine, stava compiendo atti autolesionismo nei pressi del nosocomio foggiano.

Immediato l'intervento degli agenti della 'Sezione Volanti': i poliziotti hanno avviato con l'uomo una paziente attività di dialogo, nel corso della quale l'uomo ha raccontato lo stato di solitudine, di difficoltà e di emarginazione in cui giornalmente vive. La delicata opera di conforto e di persuasione operata dai poliziotti ha condotto l'uomo a disfarsi della lametta, evitando che lo stesso si procurasse ulteriori ferite o che facesse del male ad altre persone. Quando l'uomo si è calmato, gli agenti hanno provveduto ad accompagnarlo nel vicino Pronto Soccorso dove gli sono state medicate le ferite che si era procurato su entrambe le braccia, soprattutto all'arto sinistro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

'Armato' di lametta si provoca ferite sulle braccia. Senzatetto salvato dai poliziotti: "Sono solo ed emarginato"

FoggiaToday è in caricamento