menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Salvatore Onorati (Foto profilo Facebook)

Salvatore Onorati (Foto profilo Facebook)

Medico aggredito a Cagnano, il dott. Onorati: “Ancora una vittima, tanta è la rabbia"

Così il presidente dell’Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri della provincia di Foggia: “Il consiglio dell'Ordine dichiara la volontà di costituirsi parte civile al processo contro l’autore del gesto criminale”

In riferimento all’aggressione subita dal medico in servizio presso la guardia medica di Cagnano Varano, è intervenuto il presidente dell’Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri della provincia di Foggia, il dott. Salvatore Onorati: "Ancora una vittima, ancora uno sfregio alla dignità di chi lavora. Non siamo, purtroppo, nuovi a questi episodi di aggressione a medici in servizio, ma noi non vogliamo abituarci e vogliamo urlare la nostra rabbia in difesa di chi lavora, facendo il proprio dovere, per garantire la salute dei cittadini di Capitanata"

Onorati ha precisato: "Il consiglio dell'Ordine di Foggia esprime la propria, scontata, solidarietà al collega vittima dello sconcertante episodio e fin da ora dichiara la volontà di costituirsi parte civile al processo contro l'autore del gesto criminale. La tutela della dignità del medico, ove non è garantita diversamente, passa attraverso le aule di tribunale"

E proseguito: "In questa fase di campagna elettorale il richiamo forte alle forze politiche per una seria politica di programmazione che metta al centro il diritto alla salute dei cittadini, ma che non dimentichi gli operatori tutti della sanità che troppo spesso sono considerati più un costo che un'opportunità. Tanta è la rabbia perché questi episodi non sono nuovi e troppo spesso i nostri richiami a chi amministra sono caduti nel vuoto"

A nome del Consiglio dell’Ordine il presidente ha così concluso: "La speranza è che questo episodio possa rappresentare un punto di svolta perché si mettano in pratica politiche nuove perché quello che è successo non accada mai più, perché non vogliamo trovarci a piangere, ancora una volta, uno dei tanti eroi sconosciuti colpiti semplicemente perché stavano facendo il proprio dovere "

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Si può andare a caccia e in un altro comune: per la Regione è “stato di necessità” per l’equilibrio faunistico-venatorio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento