Martedì, 16 Luglio 2024
Cronaca Cerignola

Brutale rapina in una masseria: anziano picchiato da banditi senza scrupoli, rubate armi e un televisore

Il fatto è successo lo scorso sabato, quando tre o quattro rapinatori sono piombati all'interno della Masseria 'Le Torri', dove la famiglia della vittima risiede da tre generazioni

Dovrebbe essere dimesso a breve dall'ospedale, Michele Digiacomo, professore 76enne in pensione, vittima di una violenta rapina messa a segno lo scorso sabato, all'interno della masseria in agro di Cerignola, in cui da tre generazioni vive la sua famiglia.

Si tratta della Masseria "Le Torri", nelle campagne tra Cerignola e Canosa di Puglia, e che spesso Digiacomo, amante della storia, apre per ospitare i "camminatori" che attraversano la via Francigena. In tanti anni non era mai accaduto ciò che si è verificato lo scorso sabato: tre o quattro rapinatori, tutti a volto coperto, qualcuno armato di pistola, hanno fatto irruzione nella masseria e hanno aggredito l'anziano con schiaffi, pugni e con il calcio della pistola. Per le lesioni procurate, il 76enne ha dovuto fare ricorso alle cure dell'ospedale. 

Tutto ciò per rubare due fucili e una pistola antica (armi legalmente detenute dall'uomo) e, pare, un televisore. Null'altro era presente nella masseria, cui è annessa la chiesa rupestre di San Casimiro. Men che meno denaro. L'anziano ha provato a difendersi ma è stato sopraffatto dai malviventi; ha esploso anche un colpo di fucile a scopo intimidatorio e anche i rapinatori avrebbero risposto al fuoco, senza ferire nessuno. La zona non è dotata di telecamere e, al momento, la vicenda è ricostruita solo sulla base del racconto della vittima. Al momento dell'irruzione dei rapinatori (dallo spiccato accento locale) era presenta un'amica dell'anziano, una donna dell'Est. Indagini in corso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brutale rapina in una masseria: anziano picchiato da banditi senza scrupoli, rubate armi e un televisore
FoggiaToday è in caricamento