menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Prostituzione da via Ascoli a via Napoli, la polizia non fa sconti: cinque ragazze dovranno lasciare l'Italia

In questo tratto di strada sono state sorprese a svolgere l’attività di meretricio sette ragazze, tutte sprovviste di documento di riconoscimento 


Nella giornata di ieri gli agenti della Polizia di Stato del Reparto Volanti della Questura di Foggia, unitamente agli agenti della Polizia Municipale, in ottemperanza alla ordinanza appositamente emessa il 13 luglio dal questore hanno effettuato un servizio straordinario finalizzato al contrasto del fenomeno della prostituzione, dall’incrocio di Via Ascoli in direzione via Napoli sulla Statale 673. In questo tratto di strada sono state sorprese a svolgere l’attività di meretricio sette ragazze, tutte sprovviste di documento di riconoscimento 

Sei delle sette ragazze - accompagnate presso gli Uffici della Questura a disposizione del  gabinetto della Polizia Scientifica - enivano indagate in stato di libertà per il reato di atti contrari alla pubblica decenza, mentre cinque di loro venivano messe a disposizione dell’Ufficio Immigrazione per essere sottoposte a decreto di allontanamento  dal territorio nazionale, ai sensi dell'art. 21 del D.Lgs. 30 del 2007, per la cessazione delle condizioni che determinano il diritto al soggiorno. Dovranno lasciare l’Italia entro 30 giorni.

Nei confronti di tutte le ragazze venivano elevati verbali per violazione al Codice della Strada per occupazione della sede stradale. Continua l’attività incessante da parte della Polizia di Stato,  per contrastare ogni forma di illegalità.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento