rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Cronaca

Shock nel Foggiano, per cinque anni fa prostituire il figlio piccolo col vicino anziano: rinviata a giudizio mamma-orco

All'epoca dei fatti, la vittima aveva solo 7 anni. Gli abusi sono andati avanti per circa 5 anni. Il vicino, oggi 80enne, è stato condannato a 4 anni e 6 mesi di reclusione, mentre la mamma rischia il processo per induzione, favoreggiamento e sfruttamento pluriaggravato della prostituzione minorile

Rinvio a giudizio per una 40enne della provincia di Foggia accusata di aver fatto prostituire il figlio minorenne - un bambino di appena 7 anni - con un vicino di casa, in cambio di soldi. Lo ha stabilito la Procura di Bari.

L’uomo - oggi 80enne - è stato condannato nei mesi scorsi alla pena di 4 anni e 6 mesi di reclusione per violenza sessuale pluriaggravata e continuata, atti sessuali con minore e corruzione di minorenne. La donna invece può essere processata per i reati di induzione, favoreggiamento e sfruttamento pluriaggravato della prostituzione minorile.

I fatti risalgono al quinquennio 2011-2016: stando alle indagini della Squadra Mobile di Foggia, coordinate dal pm di Bari Simona Filoni, la donna avrebbe "indotto il figlio ad avere rapporti sessuali con il vicino di casa in cambio di denaro, gestendo anche gli incontri con l’anziano. In casa dell’uomo, il bambino sarebbe stato costretto a compiere atti sessuali, spesso sotto la minaccia che se non avesse adempiuto per lui sarebbero stati guai".

In cambio dei favori sessuali, piccole somme di denaro,brioche e caramelle che, talvolta, l'anziano consegnava direttamente al piccolo, prostrato dallo stato di necessità e dal grave disagio sociale ed economico in cui era costretto a vivere. L’udienza preliminare inizierà il 12 giugno 2019.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Shock nel Foggiano, per cinque anni fa prostituire il figlio piccolo col vicino anziano: rinviata a giudizio mamma-orco

FoggiaToday è in caricamento