Vittima racconta il furto del borsello: "Si erano appostati, ho acciuffato e consegnato io il ladro ai carabinieri"

Precisazioni sulla dinamica dell'accaduto e l'appello: “La refurtiva è stata recuperata in parte. Non risultano ancora ritrovate le chiavi di una autovettura e un cellulare. Ho postato un annuncio su Fb, sperando di ritrovarle"

Immagine di repertorio

Sull’arresto avvenuto alcuni giorni fa a Manfredonia, quando due giovanissimi (uno dei quali 16enne) hanno messo a segno il furto di un borsello, interviene la vittima di furto per alcune precisazioni in merioto alla nota stampa diffusa, sulla vicenda, dall’Arma dei carabinieri.

“Sento doveroso quale parte lesa e giusto, fare alcune precisazioni, con la premessa che trattasi di furto con tecnica dell'appostamento, non di una banale distrazione: infatti i due ladri si sono, tra l'altro, introdotti in proprietà privata”, precisa l’uomo. “Non vi è stato alcuna rincorsa da parte dei carabinieri nei confronti del primo fuggitivo in quanto dopo la caduta, lo stesso ‘malcapitato’ ha ripreso subito la corsa e braccava nuovamente il ladro, consegnandolo successivamente ai carabinieri che nel frattempo sopraggiungevano sul posto.

“Alle autorità giunte sul posto, sono state fornite indicazioni sul tragitto intrapreso dal complice e descrizione dello stesso: i due infatti si dividevano a pochi metri di distanza da dove è stato braccato il primo, e purtroppo le ricerche non sono state attivate immediatamente, ma solo dopo circa un’ora (dopo aver confermato il riconoscimento con il riscontro fotografico, in una zona dove è zeppo di locali con telecamere)”, continua.

“Nel frattempo ho attivato personalmente la localizzazione gps di uno dei due cellulari (il primo perso dai ladri durante la fuga è stato recuperato da un amico, consegnato poi alla stazione carabinieri e riconsegnatomi). Ho fornito così la posizione del telefono ancora smarrito alle autorità per agevolare l’eventuale localizzazione del ladro e della refurtiva. La refurtiva è stata ritrovata in parte in un garage dove il secondo ladro (minorenne) ha condotto le autorità”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Infine, nota dolente: “La refurtiva è stata recuperata e riconsegnata in parte. Attualmente non risultano ancora ritrovate le chiavi di una autovettura e lo stesso cellulare su cui è stata attivata la localizzazione, per i quali ho postato anche un annuncio di smarrimento su facebook, nella vana speranza di ricerca con esito positivo. Tante volte bisogna mantenere la calma ed il controllo anche in situazioni particolari come quella descritta”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scandalo a luci rosse nella Caritas di Foggia. Sacerdote filmato durante atti sessuali e minacciato, nei guai due persone

  • Tragedia sulle strade del Gargano: morto motociclista di 31 anni, impatto fatale con un'auto

  • Maxi contagio da festa in famiglia. L'Asl Foggia: "Si tratta di circa la metà dei nuovi contagi in Capitanata"

  • Elicottero sorvola Foggia: raffica di perquisizioni, forze dell'ordine a caccia di armi e droga

  • Il virus dilaga, Landella corre ai ripari: a Foggia mascherine obbligatorie all'aperto e centri commerciali chiusi domenica

  • Choc a Foggia: palpeggia il sedere di una ragazza e la schiaffeggia, arrestato per violenza sessuale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento