Cerciello come Di Gennaro, Casertano sull'omicidio a Roma del carabiniere: "Ho rivissuto quei tragici momenti

Mario Cerciello Rega, di Somma Vesuviana, è stato accoltellato e ucciso a Roma mentre era in servizio. Il ricordo del collega carabiniere Pasquale Casertano

"In questo momento il mio pensiero va al Brigadiere ed alla sua famiglia. Quando ho appreso la notizia, ho rivissuto i tragici momenti che mi hanno visto coinvolto lo scorso 13 aprile a Cagnano Varano, in provincia di Foggia”. Così ll’AdnKronos da Pasquale Casertano, il carabiniere 26enne di Caserta ferito a un braccio e a un fianco da Giuseppe Papantuono, l’assassino del maresciallo maggiore di San Severo e vicecomandante della stazione di Cagnano Varano, Vincenzo Di Gennaro.

La morte del collega napoletano Mario Cerciello Rega, ucciso a coltellate la scorsa notte a Roma mentre era in servizio, da un uomo di origini nordafricane durante dei controlli a seguito della denuncia di una rapina subita da parte di una donna, ha gettato nello sconforto il collega: "Sono molto triste e amareggiato per quanto accaduto - ha detto Casertano - e vorrei esprimere la mia profonda vicinanza alla famiglia del collega, che sta vivendo momenti di enorme dolore". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ultima ora: primo caso di Coronavirus in Puglia

  • Terribile incidente nel Foggiano: morto 42enne. Dopo il violento impatto, l'auto si è ribaltata ed è finita fuori strada

  • Tampone su un paziente, si attendono i risultati: quarantena provvisoria per i sanitari entrati in contatto col soggetto

  • In Puglia 5 casi con sintomi sovrapponibili a quelli del Coronavirus: chi rientra a casa dalle zone rosse deve comunicarlo

  • Coronavirus: altri due casi in Puglia, sono la moglie e il fratello del 'Paziente 1' della provincia di Taranto

  • Violenti scontri nel Foggiano: tafferugli tra baresi e leccesi sulla A16, incendiato un veicolo

Torna su
FoggiaToday è in caricamento