Fiamme in via Gramsci, incendiata l'auto di un medico legale dell'INPS: "E' lo scotto da pagare per lavorare onestamente"

E' accaduto giovedì scorso, in pieno giorno, a Foggia. Il medico legale presiedeva in quel momento la commissione per la revisione delle invalidità civili. Ad andare completamente distrutta anche l'auto di un infermiere, parcheggiata vicino

La macchina di un medico legale è andata fuoco in pieno giorno, a Foggia. Giovedì scorso, alle ore 12.30, le fiamme hanno avvolto una Mercedes GLC che si trovava nel parcheggio sito di fronte alla sede dell’Inps di Foggia, in via Gramsci, dove il medico legale lavora. Proprio giovedì scorso la donna presiedeva la commissione per la revisione dell’invalidità civile.

Sul posto i Vigili del Fuoco, che hanno accertato la natura dolosa dell’incendio, e la Polizia. Le fiamme si sono estese anche all’autovettura di un infermiere INPS parcheggiata vicino alla prima: ambedue le autovettura sono andate completamente distrutte.

“E’ questo lo scotto da pagare per lavorare onestamente” lamenta a Foggiatoday la donna, che subisce un danno di tali dimensioni per la prima volta, “evidentemente a qualcuno ha dato fastidio qualcosa”.

Sono in corso le indagini per identificare gli autori di quello che appare un atto intimidatorio nei confronti del medico legale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolge e uccide 35enne, scappa ma telecamere e frammenti lo incastrano: arrestato per omicidio stradale

  • Emiliano chiede la 'zona rossa' per la provincia di Foggia: "Qui massima gravità e livello di rischio alto"

  • "Mamma come l'ho combinato". Tutte le vittime della violenta 'Società Foggiana': "Qui le estorsioni devi pagarle a noi"

  • Coronavirus: la Puglia resta in zona arancione

  • Finisce in carcere l'uomo che ha investito e ucciso Vincenzo Maffeo. Aveva portato a riparare il mezzo da un carrozziere

  • Sua moglie è positiva, lui è in isolamento ma va ugualmente a lavorare: segnalato al 112 e multato dai carabinieri

Torna su
FoggiaToday è in caricamento